Condividi:


Diga foranea, Spinelli a Telenord: "Il commissario? Non può essere che Bucci"

di Marco Innocenti

E su Autostrade: "Per 50 anni non hanno investito in manutenzione straordinaria ma devono lavorare di notte"

Con la Liguria stretta da settimane nella morsa di una rete autostradale colabrodo, fra cantieri, chiusure e divieti di ogni tipo, a soffrire sono come sempre le attività produttive. Nemmeno la visita della ministra Paola De Micheli sembra aver sbloccata la situazione, anzi. "Io credo che in termini economici sia difficile fare un riassunto del danno subito - ha detto Aldo Spinelli in un'intervista esclusiva a Telenord - Noi dobbiamo capire che per 50 anni Autostrade non ha investito una lira nella manutenzione straordinaria.  Quando piove e si passa sotto una galleria, vediamo che piove come se fossimo all'aperto. Questo vuol dire che ormai il cemento che a suo tempo hanno usato per la volta della galleria si è logorato. Il problema ligure è enorme e molto serio, anche da affrontare in modo diverso: lavorare solo di notte, quando i transiti sono minimi e sopportabili a una sola corsia. La merce subisce 4/5 ore di ritardo ogni giorno, che paga l'imprenditore che ha l'autista sul mezzo o l'ambulante che deve fare le consegne".

Ma quale può essere la risposta da parte della politica? "Il governo deve considerare per lo meno un danno come è stato fatto per il Ponte Morandi - ha aggiunto Spinelli - per uno o due anni. Noi abbiamo circa mille persone, gli altri trasportatori idem. I danni sono incalcolabili. Ci vorrebbe che la Liguria avesse ancora i contributi che in questi anni sono stati riservati per il Ponte Morandi".

La ministra De Micheli, nella sua ultima visita, ha parlato anche di Gronda e Diga Foranea. per quest'ultima opera, in particolare, la ministra ha annunciato che si nominerà un commissario straordinario, come per la ricostruzione del ponte. Aldo Spinelli però ha già nomi e cognomi per la costruzione della Diga: "I nomi dovrebbero essere Fincantiere e Gruppo Salini che hanno dimostrato che i tempi sono rapidi nel costruire le opere. Facendo la Gronda e la Diga Foranea tutto il nord Italia avrà uno sviluppo enorme e un grande beneficio. Il nome del commissario poi non può essere che quello di Marco Bucci: ha dimostrato grande capacità e soprattutto è un lavoratore instancabile, che fa 20 ore al giorno. Ha fatto il ponte, ha ricostruito la viabilità in una settimana, ha smantellato muri. Tutti poi abbiamo partecipato affinché la Liguria potesse continuare a lavorare. Il nome giusto però è il suo, anche per la Diga e lo ha dimostrato con i fatti".