Differenziata porta a porta a Busalla, dopo la sperimentazione scattano controlli e sanzioni

di Marco Innocenti

Nei primi dieci mesi, la quota di rifiuti avviata al riciclo è passata dal 43 al 71%

Differenziata porta a porta a Busalla, dopo la sperimentazione scattano controlli e sanzioni

Dopo la fase di avvio della raccolta differenziata "porta a porta", il Comune di Busalla passa al secondo step: nei prossimi giorni, infatti, partiranno le operazioni di controllo da parte degli ispettori ambientali di Amiu e della polizia municipale per sanzionare chi getta i rifiuti in maniera non adeguata. In questa prima fase della nuova campagna di raccolta, i risultati della differenziata sono balzati dal 43 al 71% ed ora è arrivato il momento di alzare ancora l'asticella, sanzionando chi non adotta comportamenti adeguati.

"I controlli saranno a campione su tutto il territorio - fa sapere il Comune di Busalla in una nota - sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche e, dopo i diversi avvisi che hanno segnalato comportamenti non adeguati nel corretto conferimento, si passerà alla sanzione diretta: i cittadini, negli ultimi dieci mesi di avvio del servizio, hanno ottenuto informazioni sufficienti per adoperarsi nell’ottimizzazione del servizio. Molti lo hanno fatto correttamente e il balzo avanti della percentuale di raccolta differenziata lo evidenzia. Ma ancora si registrano attività non consone, ovvero persone che mischiano tutti i rifiuti nell’indifferenziato o in altre frazioni della raccolta. Ad esempio conferiscono i rifiuti nel sacchetto e nel giorno giusto, ma mischiando insieme tutti i rifiuti, minando l’ottimo lavoro effettuato dalla maggior parte dei cittadini, oppure il vetro viene inserito nell’indifferenziato e non nell’apposito cassonetto su strada".

Particolare attenzione, fanno sapere dal Comune, sarà rivolta ai condomini, dove si sono registrate varie anomalia: se non sarà possibile identificare il condomino inadempiente, la sanzione sarà estesa a tutto il caseggiato. Nello stesso tempo, poi, saranno sanzionati anche coloro che non raccoglieranno le deiezioni dei propri animali domestici.