Condividi:


Da Venezia a Genova senza documenti e positivo al covid: denunciato

di Alessandro Bacci

L'uomo è stato trovato anche in possesso di crack dagli agenti della polizia locale, trasportato al Galliera per ulteriori test

Una squadra del reparto Sicurezza urbana della Polizia locale lo ha trovato nel tardo pomeriggio in vico degli Adorno, nel centro storico, con in tasca crack in quantità per uso personale. L'uomo, un senegalese di 38 anni, era privo di documenti, così gli agenti lo hanno portato al fotosegnalamento dove è emerso che aveva a suo carico un recente ordine del Questore della Provincia di Venezia e una nota di rintraccio. Il trentottenne, a cui era stato notificato un provvedimento di espulsione, contestualmente era stato sottoposto a tampone molecolare ed era risultato positivo. Per questo era stato sottoposto a isolamento fiduciario presso l'abitazione del fratello dove era stato coattivamente trasportato su disposizione dell'autorità sanitaria veneta. Da lì, però, per sua stessa ammissione, il cittadino senegalese si è spostato prima a Vicenza e poi a Genova.

Quando gli agenti genovesi lo hanno trovato, non essendo ancora passati i 21 giorni previsti dal protocollo sanitario nazionale, lo hanno fatto trasportare a bordo di un'ambulanza presso il pronto soccorso dell'Ospedale Galliera per sottoporlo ad accertamenti. Il tampone rapido ha dato esito negativo. L'uomo è comunque dovuto rimanere a disposizione dei sanitari per ulteriori accertamenti. Nel frattempo, il personale del reparto Sicurezza urbana lo ha denunciato per l'inottemperanza all'ordine del Questore e per epidemia colposa.