Condividi:


Reddito di cittadinanza, 42 denunciati per false dichiarazioni: frodati 80mila euro

di Marco Innocenti

Si tratta di 35 extracomunitari e 5 rumeni: per lo più avrebbero falsificato le autocertificazioni con i requisiti minimi

E' di 42 denunciati il risultato delle verifiche condotte dai Carabinieri del nucleo investigativo di Genova sui cosiddetti "furbetti del sussidio", coloro cioé che avrebbero percepito il reddito di cittadinanza, pur non avendone i requisiti. Si tratta per lo più di cittadini extracomunitari (23 nigeriani, 4 senegalesi, 3 gambiani, 2 ivoriani, 2 marocchini, un tunisino, un ghanese e un afgano) a cui si aggiungono anche 5 rumeni. Ad accomunarli tutti, però, il fatto di aver ricevuto indebitamente il sussidio, per vari motivi.

I carabinieri hanno infatti accertato che i 42 denunciati avrebbero falsificato l'autocertificazione con la quale confermavano di possedere i requisiti minimi richiesti dalla legge, modificando soprattutto la data d'ingresso nel nostro paese (che deve risalire ad almeno dieci anni fa). In altri casi, poi, era stata falsificata la dichiarazione di residenza oppure era stato nascosto il fatto di percepire già un reddito da lavoro dipendente oppure di convivere con una persona che già beneficiava del reddito di cittadinanza. Alla fine, i militari dell'Arma hanno accertato un danno che si aggirerebbe intorno agli 80mila euro.