Covid, Toti: "Giusti gli allentamenti ma restiamo vigili. Fase di normalità condizionata"

di Giorgia Fabiocchi

Il presidente della Liguria aveva già definito "equilibrate" le decisioni del Governo durante la nostra trasmissione Primo Piano

Covid, Toti: "Giusti gli allentamenti ma restiamo vigili. Fase di normalità condizionata"

Il presidente della Liguria Giovanni Toti, intervistato dal 'Corriere della sera', torna a parlare di Sars-Cov-2 e delle nuove misure del Governo Draghi. "Sono giusti gli allenatamenti, l'emergenza non è una bandiera politica, ma bisogna restare vigili". Queste le parole del presidente Toti di fronte all'uscita del Paese dall'emergenza sanitaria.

Secondo il presidente ligure bisogna intraprendere il nuovo corso senza però smettere di monitorare il contagio. "Si apre una fase di normalità condizionata" spiega Toti. "L'allentamento delle misure deciso dal governo è equilibrato" sostiene il presidente della Liguria, come già sottolineato nel corso del programma di Telenord Primo Piano, intervistato dal direttore Timossi e dal vice direttore Angeli.   

"Sono stati sconfitti gli opposti estremismi della drammatizzazione e della sottovalutazione, con la fine dello stato di emergenza terminerà la vigenza di tanti strumenti straordinari che hanno difeso il sistema sanitario", sottolinea Giovanni Toti che poi cita il reclutamento a tempo determinato, l'impiego di pensionati e specializzandi.

"Sarebbe paradossale se, proprio ora che il covid non è ancora scomparso - aggiunge Toti - ci facessimo trovare senza uomini. Non è tempo di mandare tutti a casa". Con la rimodulazione dell'obbligo del green pass, i turisti torneranno e il saldo per gli operatori sarà positivo. I numeri saranno migliori di un anno fa". Questo non solo l'auspicio ma anche la convinzione del presidente ligure. "Dai due anni di pandemia abbiamo imparato che per il rilancio servono sì investimenti, ma anche semplificazione. Servono riforme, è questa la prossima sfida" chiosa Giovanni Toti.