Covid, Bassetti: "Ancora minacce dai no-vax, alla fine qualcuno piangerà"

di Alessandro Bacci

"Non insultano me ma tutti gli italiani vaccinati. I giovani si stanno vaccinando, dando l'esempio ai 50enni con la sindrome di Superman"

Covid, Bassetti: "Ancora minacce dai no-vax, alla fine qualcuno piangerà"

"Stanotte ho ricevuto ancora tre telefonate tra mezzanotte e le 3 del mattino ….. Continuano, purtroppo, con minore insistenza negli ultimi giorni anche perché avranno capito buona parte di loro che le Procure stanno lavorando e quando si arriverà alla fine, credo, che qualcuno piangerà". Lo ha detto parlando delle minacce ricevute dai 'no vax' o 'no pass' Matteo Bassetti, direttore Malattie infettive dell'ospedale San Martino di Genova, intervenendo ad Agorà su Rai Tre. 

"L'insulto della piazza dei no vax non è contro i giornalisti o contro di me, ma contro tutti gli italiani che diligentemente hanno fatto il proprio dovere, vaccinandosi. I no vax - ha aggiunto Bassetti - non insultano Burioni o il presidente Draghi insultano tutti gli italiani che si sono vaccinati. A me non interessano, perché saranno perseguiti dalla legge, ma insultano la stragrande maggioranza degli italiani e soprattutto i giovani si stanno vaccinando, dando l'esempio ai 50enni con la sindrome di Superman".