Corso Sardegna: nell'ex mercato un grande parco, market, botteghe e silos

di Michele Varì

Oggi via ufficiale ai lavori: dovrebbero finire entro l'autunno dell'anno prossimo

Al via ufficialmente i lavori di demolizione dell'ex mercato di corso Sardegna chiuso nel 2009, cerniera fra San Fruttuoso e Marassi, che grazie ad un project financing del valore di 27 milioni promosso dal Comune di Genova permetterà entro l'autunno dell'anno prossimo di avere grande parco nella bassa Valbisagno, annesso ad un market, un'area commerciale con botteghe, un campo polisportivo e cineforum.

Oggi il battesimo dei lavori di demolizione di parte della struttura in stile liberty alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci, l'assessore comunale ai Lavori pubblici Pietro Piciocchi, il presidente del Municipio Bassa Val Bisagno Massimo Ferrante e il governato della Liguria Giovanni Toti.

Le spettacolari ruspe che demoliranno i primi quattro fabbricati interni e i cannon fog per abbattere le polveri sono entrati in azione davanti alle3 telecamere.

"Il 20 maggio finirà la fase di demolizione e inizierà quella di ricostruzione vera e propria - spiega il direttore tecnico della società affidataria dei lavori, Paolo Rosa - l'obbiettivo è consegnare la struttura entro ottobre 2021".

Negli oltre 20 mila metri quadrati dell'ex mercato sorgeranno un parco, aree gioco e per lo sport, parcheggi, locali per le associazioni, per il cineforum e spazi commerciali.

"Questo spazio tornerà a essere fruibile dopo oltre 10 anni di abbandono - dice Bucci -. Siamo sicuri che i lavori procederanno spediti, un luogo ricco di storia e di cui manterremo la memoria seguendo i vincoli esistenti ma a cui daremo nuova vita".

Anche Toti è soddisfatto: "Come promesso sono iniziati i lavori di recupero di un'area abbandonata, questo cantiere è positivo perché dimostra che c'è attenzione da parte dei privati e che le leggi che abbiamo fatto in questi anni hanno semplificato gli investimenti". 

Soddisfatto anche il presidente del Municipio Ferrante: "È una giornata storica per la Valbisagno: sono undici anni che attendevamo di vedere rinascere l'area abbandonato dal giorno della chiusura del mercato ortofrutticolo. Se ci sono aspetti negativi? Speriamo che i negozi e il mercato che nascerà nell'area non facciano abbassare le saracinesche ai negozi del quartiere".

L'assessore ai Lavori pubblici Picciocchi ha sottolineato che la nuova area sarà collegata ad un corso Sardegna che sarà rimodellato e diventerà sorta di boulevard con piante e spazio ai pedoni". L'architetto Egizia Gasparini che ha disegnato il progetto invece ha parlato di "un parco urbano molto grande, forse secondo solo ai parchi di Nervi e con tanti alberi e vegetazione".

È quanto sperano i cittadini che da tempo chiedono la riqualificazione di corso Sardegna, come ha rimarcato Marco Postiglione, abitante da sempre attento al territorio: "Il nuovo parco sarà importante anche dal punto di vista sociale perchè unirà dal punto vista pedonale due zone della Valbisagno da sempre separate dal vecchio mercato: l'area di piazza Martinez a corso Sardegna".

Non sono mancate le note di nostalgia, come la malinconia di un ingegnere di 75enne, Pierenrico Carca, rimasto a guardare da lontano l'avvio delle ruspe: "Progettai la copertura del mercato all'ingrosso all'inizio degli anni '70, fu la mia opera da giovane ingegnere, e anche se è giusto che il futuro vada avanti mi rattrista vedere le ruspe che demoliscono la mia prima opera".