Condividi:


Coronavirus Liguria, Bassetti: "L'autunno il momento decisivo, l'ultimo senza vaccino"

di Redazione

L'infettivologo: "Adesso è ancora più importante il senso civico-sanitario rispettando tutte le misure che conosciamo"

Arriva ufficialmente l'autunno, la stagione più temuta per una possibile 'seconda ondata' dell'emergenza coronavirus nel mondo. In occasione di tale giornata, Matteo Bassetti il direttore della clinica di Malattie Infettive dell'ospedale San Martino, ha fatto il punto della situazione: "Ieri con San Matteo è finita l'estate. Vi ricordate quelli che a maggio dicevano che agosto e settembre sarebbero stati due mesi disastrosi per il COVID, con una seconda ondata simile alla Spagnola? E invece? I grafici dell'Italia dimostrano che possiamo archiviare l'estate 2020 come un periodo con morbilità e mortalità molto basse. Cosa succederà ora con l'autunno e l'inverno alle porte? Sarà sicuramente il momento decisivo e si spera l'ultimo senza il vaccino. Proprio adesso è ancora più importante il senso civico-sanitario rispettando tutte le misure che conosciamo. Tutte. Non solo alcune per far vedere che lo facciamo... Quali sono? Distanziamento di almeno 1 metro, lavaggio accurato e frequente delle mani, mascherina (adeguata) quando necessario, vaccinazione antinfluenzale e rimanere a casa quando non si sta bene.
 
L'infettivologo ha parlato della situazione nel policlinico genovese: "Qui allo Ospedale Policlinico San Martino abbiamo avuto nelle ultime due settimane un aumento dei ricoveri per COVID-19. Rimane elevata l'età media, ma la gravità clinica dei casi non è paragonabile a quella dei mesi di marzo ed aprile. Siamo attrezzati con tutti gli strumenti per affrontare al meglio un eventuale ulteriore aumento di casi ( che mi auguro non si verificherà) con i farmaci più appropriati, dal remdesevir, al cortisone e ad altri farmaci sperimentali e tutti i presidi più moderni di ventilazione. Noi ci siamo."