Condividi:


Beigua Geopark, il contest fotografico dedicato ai rapaci

di Redazione

Lo spettacolo della natura tra le alture di Arenzano, Cogoleto e Varazze

Gli imponenti passaggi di gru nei giorni scorso hanno aperto la stagione delle migrazioni primaverili nei cieli del Parco, che si prepara all’evento clou per i birdwatcher, il Biancone Day, che quest’anno è in programma domenica 15 marzo. Ma già in queste settimane iniziano i primi sporadici passaggi di veleggiatori, che si intensificheranno verso metà marzo e per tutto il periodo primaverile: bianconi, falchi pecchiaioli e di palude, nibbi bruni metteranno in scena uno spettacolo straordinario, atteso da centinaia di appassionati che si radunano ogni anno sulle alture di Arenzano, Cogoleto e Varazze.

È un’occasione straordinaria per osservare più da vicino questi affascinanti rapaci e conoscerne il comportamento che ogni anno dalle coste dell’Africa li porta a ripercorrere la via per raggiungere i siti di nidificazione dove trascorreranno tutto il periodo estivo, prima di rimettersi in volo in autunno verso i luoghi di svernamento.

Accanto al ricco programma di appuntamenti con escursioni ornitologiche e osservazioni collettive insieme agli esperti e alle Guide, quest’anno il Parco del Beigua lancia il primo contest fotografico dedicato ai rapaci: dal 1 marzo al 31 maggio vi aspettiamo nei punti di osservazione privilegiati, dal Curlo a Case Vaccà, fino agli alti versanti della Val Cerusa e in tutta l’area della Zona di Protezione Speciale Beigua-Turchino per catturare il passaggio dei protagonisti delle migrazioni prenuziali. Fotografi professionisti e amatoriali potranno partecipare con un massimo di tre scatti ciascuno, inviati contemporaneamente o in momenti successivi, purché fatti esclusivamente nel periodo di apertura del contest; non saranno ammesse foto di archivio.

La raccolta di fotografie sarà anche un’importante fonte di informazioni per i nostri ornitologi che seguono gli andamenti delle migrazioni con accurati conteggi e organizzano le attività di fruizione a tema. E proprio a loro, Luca Baghino e Gabriella Motta, insieme a Marco Bertolini, fotografo naturalista e Guida del Parco e al Direttore Maria Cristina Caprioglio, sarà in capo la valutazione delle immagini per scegliere le tre vincitrici, i cui autori saranno premiati con un soggiorno presso il Rifugio Case Vaccà, un cesto di prodotti Gustosi per natura e la partecipazione ad un trekking fotografico nel Parco. Sul sito del Parco è disponibile il regolamento fino al primo marzo per inviare le foto.