Conte: "Pronto lo sblocco di decine di miliardi di investimenti pubblici"

di Marco Innocenti

Pronta anche una modifica della legislazione sulla Golden Power

Conte: "Pronto lo sblocco di decine di miliardi di investimenti pubblici"

In un’intervista al Corriere della Sera, il premier Giuseppe Conte, fa il punto sui provvedimenti adottati finora e si sofferma sule misure dell’ultimo decreto da 25 miliardi di euro che in parte vanno al settore sanitario in parte a quello del mondo del lavoro, per puntellare sia il sistema ospedaliero che produttivo. Ma Conte annuncia anche almeno un altro decreto economico ad aprile per offrire quella leva di politica economica interna che nessuna iniezione di liquidità può sostituire e che per decenni è stato il tallone d’Achille della crescita italiana.

"Ci stiamo lavorando giorno e notte nonostante l’emergenza - ha detto Conte - Sarà un’opera di sblocco di investimenti pubblici mai vista prima, per alcune decine di miliardi di euro, basti pensare a quello che hanno al momento bloccato due stazioni appaltanti come Anas e Rfi, non so dire al momento se saranno 50 o 70 o 100 miliardi di euro, ma di sicuro sarà il più grande provvedimento degli ultimi decenni in termini di semplificazione delle procedure e degli investimenti, una cosa che nessuno ha mai realizzato prima e di cui l’Italia ha un bisogno quasi disperato, oggi più che mai per immaginare almeno una ripresa robusta dopo la crisi da coronavirus, e per trasformare questa crisi in una virtù. Sarà la migliore reazione possibile che potremo dare ai mercati, un’accelerazione mai vista prima negli investimenti pubblici, un provvedimento molto forte su cui spero ci sarà la larga convergenza di tutte le forze politiche".

Dal presidente arriva anche una conferma alle indiscrezioni circolate sulla possibilità di modificare la legislazione attuale in termine di golden power, il potere che ha lo Stato di bloccare alcuni investimenti esteri se vanno ad attaccare asset industriali o aziendali del Paese considerati strategici.