Concerto per Genova, l'omaggio a "capo chino" nel segno della rinascita

di Giulia Cassini

Il concerto del 31 luglio al Teatro Carlo Felice con prime esecuzioni e pagine celebri da Paganini a Morricone

Il simbolo della rinascita e della ripertenza dopo tanto dolore sarà forse un timida bambina dalla musicalità e dal timbro straordinari: Lucia Benza. Voce bianca di impatto, visto che il Maestro Ennio Morricone l'ha scelta personalmente in una selezione priva dei nominativi (provini identificati con numeri progressivi) tra ben 42 proposte. Parte da qui il ricordo del sovrintendente del Teatro Carlo Felice di Genova Claudio Orazi per un "Ricordo composto, a capo chino" che come tale è già stato recepito dalla stampa e dal pubblico, nel pieno rispetto del dolore che ha stretto in una morsa tutta Genova col crollo del Ponte Morandi. Tanto da far confermare la partecipazione di Egle Possetti, presidente del comitato Ricordo Vittime Ponte Morandi. 

L'omaggio universale per eccellenza, perché in note, si svolgerà venerdì 31 luglio al Teatro Carlo Felice (ore 21:15), dal titolo semplice ed efficace "Concerto per Genova" con un pezzo inedito di Ennio Morricone, diretto dal figlio Andrea.  Un passaggio di testimone e un "ricordo nel ricordo".

Ad imperitura memoria un concetto altresì evocato dal compianto Morricone e sottolineato dal vicesindaco Stefano Balleari: quello di "pietre", di qualcosa che sfida il tempo e resta sempre presente. Nulla potrà scalfire il passato. Aprirà dunque la serata la prima esecuzione assoluta di "Tante pietre a ricordare" per orchestra, coro e voce bianca scritto da Ennio Morricone su testo proprio e su comissione del Teatro e del Comune di Genova.  Un capolavoro generosamente donato alla città. "Negli ultimi giorni mio padre ha sottolineato -ricorda in un videomessaggio il figlio Andrea Morricone- il valore degli accenti che ha infuso a questo brano", un pezzo particolarmente sentito che chiude una grandissima carriera.

La genovesità del programma scelto che si riallaccia alla città o che la tratteggia ed identifica è stata poi messa in risalto nella conferenza stampa dedicata del 27 luglio sia dall'assessore regionale Ilaria Cavo sia dal sempre impeccabile soprano Serena Gamberoni, genovese d'adozione, così come da Giovanni Battista Parodi, famoso basso. Anche il direttore Fabio Luisi è cittadino illustre della Superba, grande nome che impreziosisce ulteriormente il concerto-tributo. 

Tra i brani -come diverse arie dal Simon Boccanegra di Verdi o da Niccolò Paganini (Capriccio n.24 per violino e orchestra), "Dal tuo stellato soglio" da Mosè in Egitto di Giochino Rossini- spiccano "Vivo", primo tempo dalla Suite n. 8 "Genova" di Lorenzo Perosi prima esecuzione in tempi moderni (il lavoro per intero verrà riproposto nella stagione autunale) così come il brano di Saverio Mercadante ("Quoniam" per tenore e orchestra dalla Messa Solenne per soli, coro e orchestra).

“Il Concerto per Genova – conclude il sovrintendente del Teatro Carlo Felice, Claudio Orazi – è un’occasione  di raccoglimento, ma anche un modo di mostrare la forza consolatoria della musica e la reazione  dei genovesi nella volontà di far seguire al ricordo incancellabile la necessaria rinascita". L'evento vede protagonisti l'orchestra, il coro e solista del coro delle voci bianche del Teatro Carlo Felice (alle rispettive direzioni Fabio Luisi, Francesco Aliberti e Gino Tanasini), mentre le voci soliste saranno Serena Gamberoni, Martina Belli, Francesco Meli, Michele Patti, Luca Salsi, Giovanni Battista Parodi, Roberto Scandiuzzi e Giovanni Andrea Zanon.

Biglietti in distribuzione presso l’ingresso principale del Teatro Carlo Felice nei seguenti giorni e orari: martedì 28 luglio, orario 10-18; mercoledì 29 luglio, orario 10-14; giovedì 30 luglio, orario 10-18. Capienza massima di circa 900 spettatori. Si potrà ritirare solo un biglietto per persona per garantire il più ampio accesso possibile di pubblico. Unitamente al biglietto sarà consegnato il modulo per la tracciabilità da presentare, debitamente compilato, insieme al titolo d’accesso, la sera del concerto. Tutte le informazioni e il programma completo cliccando qui.