Condividi:


Commemorazione Covid, Tasca: "Solidarietà la parola più bella che possiamo dire alle famiglie delle vittime"

di Anna Li Vigni

La cerimonia si è svolta questa mattina al cimitero monumentale di Staglieno all'interno del Pantheon

Ad un anno dall'arrivo della pandemia da Coronavirus e dal primo decesso avvenuto il 28 febbraio 2020 si è svolta questa mattina al cimitero monumentale di Staglieno all'interno del Pantheon, una cerimonia intensa, ristretta e interreligiiosa.

Un minuto di silenzio accompagnato dal rintocco delle campane delle chiese della diocesi, un brano dalla Sonata numero 2 di Johann Sebastian Bach, eseguita dal primo violino dell'orchestra del Teatro Carlo Felice Giovanni Battista Fabris e una preghiera pronunciata dall’arcivescovo di Genova per commemorare e onorare le oltre 3600 persone che, in questi 12 mesi hanno perso la vita a causa dalla pandemia da Covid-19 nella nostra regione.

Presenti il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, il sindaco di Genova Marco Bucci, il prefetto di Genova Carmen Perrotta, il sovrintendente del teatro Carlo Felice Claudio Orazi, l’arcivescovo di Genova Marco Tasca e i rappresentanti delle diverse comunità religiose tra cui  Alfredo Maiolese della comunità Islamica
Alla conclusione della cerimonia ufficiale il presidente Toti, il sindaco Bucci e monsignor Tasca si sono recati per un ulteriore momento di preghiera alla sezione del cimitero dove vengono inumate le vittime del Covid.