Condividi:


Caos Brescia, Cellino chiede il licenziamento di Mario Balotelli

di Redazione

È rottura totale in seguito alla recenti assenze ingiustificate del giocatore agli allenamenti

É finita, nel peggiore dei modi, tra il Brescia e Mario Balotelli: il club di Massimo Cellino ha inviato al giocatore la lettera per chiedere la rescissione unilaterale del contratto. Lo strappo decisivo è arrivato con la mossa di Balotelli di presentare un certificato medico con la diagnosi di gastroenterite per la quale non si è presentato agli ultimi allenamenti dopo settimane di grande tensione con la società.

Il 29 maggio le avvisaglie più serie della crisi.  Nel tardo pomeriggio era fissato un appuntamento tra l'attaccante e il presidente del Brescia: si pensava che dopo gli ultimi giorni di grandissima tensione, esplosa quando il giocatore non si era presentato a un allenamento non fornendo giustificazioni (secondo la versione del club), tra i due ci fosse voglia di chiarirsi. Invece il presidente delle rondinelle non ha ricevuto il giocatore che dopo circa mezz'ora di anticamera ha lasciato gli uffici della sede. Mario, con indosso una felpa dell'Italia, era apparso sereno all'entrata e lo stesso all'uscita: tanto che nulla lasciava pensare che con Cellino non si fosse parlato come poi è successivamente trapelato da alcune indiscrezioni.