Classifica 2019 sulla qualità della vita: Genova è 66esima

di Marco Innocenti

Le quattro province liguri migliorano tutte rispetto al 2018

ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma hanno pubblicato la classifica 2019 sulla qualità della vita nelle province italiane. Buon risultato della Liguria che migliora le proprie performance in tutte e quattro le province. Così com'era accaduto anche nel 2018, la migliore si conferma Spezia che dal 63° posto di un anno fa, fa un balzo in avanti di 16 posizioni, attestandosi quest'anno in 47a posizione. Migliora anche Savona che, dal 75° posto dello scorso anno, sale al 55°.

Crescono anche le quotazioni di Genova, che dal 70° posto dello scorso anno, sale al 66°, scalando quindi quattro posizioni in classifica. Il balzo più grande lo fa Imperia, anche se resta comunque la città meno vivibile fra le quattro liguri: dal desolante 102° posto del 2018, infatti, balza al 78°, scalando ben 24 posizioni.

A guidare la classifica 2019 è Trento, seguita da Pordenone e Sondrio. In fondo, Napoli, Crotone e Agrigento. Dai dati diffusi, comunque, si conferma il fatto che nei centri medio-piccoli si viva meglio che nelle grandi città, così come il fatto che il tenore di vita complessivamente migliore lo si abbia ancora nel nord-est della penisola (dove in 22 province su 22 la qualità della vita è buona o accettabile), mentre il sud resta il fanalino di coda della classifica, tanto che solo in 3 province su 38 la qualità della vita risulta accettabile, mentre nelle altre 35 è scarsa o insufficiente.

E speriamo che la classifica non vada nelle mani di qualche milanese: il capoluogo lombardo sale infatti dal 55° al 29° posto, staccando Genova di ben 37 posizioni. Non vorremmo che, l'estate prossima, fossero loro a coniare l'hastag #ciaogenova...