"Cinquanta giorni senza pesca, per noi è stata durissima..."

di Michele Varì

Sul molo della Foce. I pescatori di nuovo liberi di pescare: "logico, noi siamo dei solitari"

Amatoriali e sportivi, un pensionato di Marassi e un agente di commercio di Brignole, rigorosamente con mascherina, ecco i primi due pescatori genovesi che grazie all'ordinanza della regione lunedì mattina hanno sfidato il vento e sono subito tornati a pescare sul molo della Foce, a Genova.

"Dopo cinquanta giorni non ce la facevamo più perchè noi siamo abituati a pescare tutti i giorni" ammettono.

I due pescatori armati di canne, pastoni e secchi, raccontano di prendere esche vive che gli serviranno per andare a pescare spigole o pesci serra in Riviera. 
"Se mi aspettavo che potessi tornare a pescare? Certo e logico e non ci sentiamo dei privilegiati -ammette l'agente di commercio - perché è normale che i pescatori non sono una categoria a rischio, si sa che al pescatore piace stare da solo".