Condividi:


Chiavari, i volontari Legambiente ripuliscono via Pianello

di Redazione

"Rovi alti anche fino a quattro metri non ci hanno fermato"

I volontari di Legambiente tra sabato e domanica hanno riportato alla luce un piccolo angolo verde di Chiavari. 

Legambiente Cantiere Verde ha invitato i più volenterosi a ripulire un’area in cima alla salita di via Pianello, di proprietà del Comune di Chiavari.

"Si tratta di uno sfalcio "importante" vista la fitta vegetazione che caratterizza l'area da diversi anni: rovi formato "altezza uomo", ma alti anche fino a quattro metri, non ci hanno fermato - fanno sapere i volontari - Ci vorranno ancora parecchie ore di lavoro, in particolare per le rifiniture".

Da tempo il Circolo Cantiere Verde Legambiente denunca le condizioni di abbandono del verde in via Pianello: un'area un tempo ricoperta da un rigoglioso uliveto ma che è preda ormai da molti anni di incuria.

"L'area verde di circa tremila metri quadrati ubicata a Chiavari in località Casale di Bacezza - Salita di Via Pianello - lamentano i responsabili dell'associazione - si trova da troppi anni in stato di abbandono ed è, conseguentemente, oggetto di quel fenomeno di progressivo deterioramento urbano noto come "Teoria delle finestre rotte" studiata dal Professor Philip Zimbardo dell'Università di Stanford nel 1969, ovvero, il teorema del degrado che chiama degrado. L'abbandono spregiudicato di rifiuti di ogni genere (plastica, vetri e bottiglie, batterie di automobili, guaine di tubature, lattine, "zetto", ramaglie e potature) e il proliferare di ratti e topi che infestano cronicamente l'intera area sono ben noti agli abitanti della zona".