Cassa integrazione e stipendi in ritardo alla IML di Casarza Ligure: lunedì parte lo sciopero

di Marco Innocenti

Longinotti (Fim Cisl): "La proprietà chiarisca le sue intenzioni: se c'è un piano, vorremmo conoscerlo ma non c'è più tempo da perdere"

Cassa integrazione e stipendi in ritardo alla IML di Casarza Ligure: lunedì parte lo sciopero

Il difficile momento che sta attraversando la IML di Casarza Ligure provoca enormi conseguenze sui dipendenti  con ripercussioni gravi sul territorio. Gli stipendi sono in ritardo e i lavoratori hanno deciso di proclamare lo sciopero per lunedì 14 marzo.

Sono ormai da più di due anni in cassa integrazione e la presenza all'interno dello stabilimento è ridotta al minimo - spiega in una nota Marco Longinotti della Fim Cisl Tigullio Area metropolitana - Occorre al più presto chiarire quali sono le intenzioni della proprietà,che da troppo tempo latita. Se esiste qualche società disposta a farsi carico delle maestranze e delle competenze presenti occorre che si creino i presupposti affinchè questi si palesino quanto prima. Se invece l'azienda ha pronto un piano di rilancio vorremmo esserne messi a conoscenza. Non abbiamo più  tempo, occorre muoversi velocemente”.