Carige, consiglio comunale e sindacati: "Garanzie sull'occupazione"

di Redazione

Un comunicato congiunto per ribadire la necessità che l'aggregazione con Bper rispetti esigenze fondamentali per i lavoratori ma anche per il territorio

Carige, consiglio comunale e sindacati: "Garanzie sull'occupazione"

 Alla luce dell'incontro con i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil e aziendali, tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale a Genova insieme con i sindacati, hanno condiviso la necessità di monitorare la fusione tra Carige e Bper in merito agli impatti sui lavoratori e dei rami d'azienda ceduti precedentemente.

"Il Consiglio comunale e i sindacati ritengono necessario porre particolare attenzione sull'aggregazione Carige-Bper, relativamente ai diversi aspetti ritenuti fondamentali quali il mantenimento dei livelli occupazionali, il mantenimento degli uffici direzionali a Genova e in Liguria, il mantenimento di lavorazioni specializzate e il mantenimento di una rete capillare distribuita su tutto il territorio. La nostra richiesta è che nel piano industriale di imminente elaborazione, Bper garantisca tutti questi aspetti fondamentali sui quali né i sindacati né le forze politiche intendono recedere. Ricordiamo che il gruppo Carige conta oltre 1700 lavoratori in Liguria, di cui 1250 nella provincia di Genova, e dovrà anche in futuro rivestire la funzione storicamente svolta sul territorio a sostegno di famiglie e piccole e medie", si legge in una nota congiunta.