Campo Ligure, i sindaci dei comuni colpiti dall'alluvione incontrano Giampedrone

di Anna Li Vigni

Ogni sindaco ha portato all'attenzione dell'assessore regionale alla Protezione civile Giampedrone, le principali criticità del proprio territorio

 Campo Ligure, i sindaci dei comuni colpiti dall'alluvione incontrano Giampedrone

Dopo il sopralluogo a Rossiglione, Giampedrone incontra i sindaci dei comuni colpiti dall'alluvione

Un incontro conoscitivo delle diverse situazioni che si sono create a seguito delle eccezionali piogge dei giorni scorsi tra la  Protezione Civile di Regione Liguria e i sindaci dei comuni colpiti. Ogni sindaco ha portato all'attenzione dell'assessore regionale alla Protezione Civile Giacomo Giampedrone, le principali criticità del proprio territorio. 

A Tiglieto ci sono problemi su viabilità, campi sportivi e tanti smottamenti che ostruiscono le strade: "Il nostro territorio e stato ferito in modo grave", ha detto il sindaco di Tiglieto.  

Katia Piccardo esprime preoccupazione per i cittadini isolati mentre sono osservati speciali, i movimenti di terra che potrebbero esserci anche nei giorni a venire a causa della grande quantità d'acqua caduta. "Stamane c'erano 7 squadre miste in azione: dai vigili del fuoco ai volontari di Protezione civile, spiega il sindaco di Rossiglione, il comune più colpito da cedimenti e frane. 

Il sindaco di Masone chiede un intervento immediato sulla strada del passo del Turchino.  
Il Sassello non è stato colpito gravemente: "Ma a Dano la frazione è divisa in due e a Montesavino c'è un cedimento della strada a causa del quale stiamo valutando se evacuare delle persone. C'erano circa 200 utenze senz'acqua ma ora la situazione sta rientrando: i fiumi sono entrati nei depuratori causando ingenti danni", spiega il sindaco del Sassello.  

Il sindaco di Urbe a Savona descrive i danni nella frazione di Martina. "Un'affluente dell'Orba ha fatto la piena. Ma ormai siamo abituati e possiamo avvisare la popolazione 
in tempo. Però dobbiamo preservare la strada del passo del Faiallo che è l'unica percorribile. Faremo richiesta alla Città metropolitana affinchè la tenga aperta il più possibile", sottolinea il sindaco di Urbe.