Condividi:


Calcagno, assocalciatori: "La Lega ha deciso di giocare alle 21.45, ma si può migliorare"

di Maria Grazia Barile

"Questo orario non mi piace"

Il vicepresidente dell’associazione italiana calciatori Umberto Calcagno ha espresso il proprio pensiero sulle gare delle 21.45, al centro di numerose polemiche negli ultimi giorni: “Avevamo chiesto di rimuovere lo slot del pomeriggio, non di metterlo alla sera. All’inizio erano previste il doppio delle gare alle 16.30, quindi  decidere certi orari piuttosto che altri è stata una scelta autonoma della Lega. Noi abbiamo semplicemente chiesto di togliere lo slot pomeridiano e si è arrivati ad un miglioramento, ma non abbiamo mai chiesto di posticipare". Calcagno aggiunge: "È una situazione che può essere migliorata ancora, ma bisogna parlare con la Lega. A me non piace questo orario, noi eravamo per mantenere lo slot pre serale e quello serale, perché dopo aver giocato partite che finiscono a mezzanotte poi si dorme poco o nulla”.

A lanciare l'allarme sull'orario delle 21.45 erano stati anche i medici sportivi con una netta presa di posizione da parte del responsabile del settore sanitario della Lazio Ivo Pulcini.