Cairo Montenotte, giovane mamma capriolo travolta e uccisa da un'auto

di Redazione

Il cucciolo disperso, Enpa si appella a Regione Liguria: "Siamo allo stremo, non abbiamo fondi per la cura degli animali selvatici bisognosi"

Cairo Montenotte, giovane mamma capriolo travolta e uccisa da un'auto

Una giovane femmina di capriolo è stata investita da un’auto lungo una strada di Cairo Montenotte; qualcuno ha avvertito i volontari della Protezione Animali che, appena arrivati non hanno potuto fare altro che constatarne la morte; aveva latte nelle mammelle e, purtroppo, l’immediata e lunga ricerca del piccolo nelle zone boscose circostanti non ha dato esito. I volontari dell’Enpa denunciano di essere allo stremo delle loro forze per il gran numero di animali selvatici feriti, malati o in difficoltà che vengono segnalati ogni giorno.

"Enpa - si legge su un post apparso su Facebook - attende ormai da due mesi che la Regione Liguria (presidente Toti ed assessore Mai) risponda all’appello urgente loro inviato per posta certificata con la richiesta di organizzare (come prevede la legge) in tutta la Liguria al più presto il recupero e la cura degli animali selvatici bisognosi, con mezzi e risorse pubbliche o private convenzionate; purtroppo non c’è stata finora nessuna risposta, a parte la sfuriata dell’assessore che ha pubblicato i contributi forniti all’Enpa dal 2016, che Enpa non ha mai negato ma anzi ringraziato, facendo però presente che coprono meno del 30% delle spese sostenute, e ciò mette l’associazione a rischio di dover sospendere l’attività per mancanza di fondi (in estate mille euro al mese soltanto di carburante per le auto di soccorso)."