Brugnato, si ricompatta la giunta : "Dobbiamo fronteggiare l'emergenza e ciò che verrà dopo"

di Redazione

Gli assessori ritirano le dimissioni, e invitano il sindaco Fabiani a una comunicazione più tempestiva

Brugnato, si ricompatta la giunta : "Dobbiamo fronteggiare l'emergenza e ciò che verrà dopo"

Dopo l’annuncio delle dimissioni dato nella giornata di mercoledì 25 marzo, la giunta comunale di Brugnato si ricompatta. Gli assessori Brosini e Venturini,  che si erano dimessi perché ritenevano che il sindaco Corrado Fabiani non avesse diramato tempestivamente la notizia di quattro decessi per coronavirus avvenuti all’interno del Rsa “Sacro Cuore di Brugnato” sono ritornati sui loro passi. Il sindaco ha, infatti, dichiarato che: “non ho informato la giunta sulla vicenda coronavirus nella struttura RSA del Sacro Cuore, perché non avevo notizie accertate ed ufficiali”.

Riportiamo di seguito la comunicazione diramata dai consiglieri comunali: Corrado Fabiani, Brosini Paola, Venturini Roberto e dell’intero Gruppo di maggioranza della giunta di Brugnato.

“Nella concitazione che accompagna la criticità di questi giorni di pandemia, anche le relazioni personali risentono di tale clima. Chi poi ha responsabilità civili e sociali vive a fior di pelle il dramma che ogni persona porta in cuore, perché da lui si attende una risposta, vive in un clima di allerta ed è sensibile ad ogni informazione che possa arricchire la conoscenza della situazione che si sta evolvendo a macchia di leopardo: informazione che serve a tranquillizzare la popolazione, indispensabile per chi ha responsabilità sociali. A volte però succede che si possono creare situazioni frenetiche e incresciose per cui è facile interpretare certi comportamenti come non lineari e quindi incomprensibili. Desideriamo fare chiarezza perché siamo tutti sulla stessa barca. Sembrava che il Sindaco non avesse colto questa esigenza di chiarezza, ed ecco la provocazione: le dimissioni. Il Sindaco prende atto di questa sensibilità. Mille sono i modi per rispondere a questa richiesta, ma soprattutto l’impegno futuro che anche una mosca che vola possa essere motivo di comunicazione. Il tempo che stiamo vivendo pretende di ricompattare le forze perché grande è la responsabilità che ci attende ora e nel post coronavirus”.

Corrado Fabiani, Brosini Paola, Venturini Roberto e Gruppo di maggioranza

Ricordiamo che attualmente  sono quattro i morti per coronavirus che erano alloggiati nella casa di riposo del Sacro Cuore dii Brugnato. La struttura ospita 135 persone delle quali diverse sono risultate contagiate dal coronavirus.