Bizzarri presta la voce ai podcast di Autostrade, esplode la rabbia dei familiari delle vittime del Morandi

di Redazione

Possetti: "Scelta di Aspi non casuale, studiata a tavolino per allontanare l'indignazione"

Bizzarri presta la voce ai podcast di Autostrade, esplode la rabbia dei familiari delle vittime del Morandi

"La coerenza non è di questo paese, non è nel dna nazionale, non è nelle scelte di chi serviva lo stato con compiti rilevanti e molto delicati e passa a essere un top manager di società private, la coerenza non è neanche nelle parole di un attore comico, che riveste anche ruolo istituzionale nella città di Genova, che il giorno dopo la tragedia, essendo genovese, come tanti suoi concittadini si dichiarò indignato". Questo il commento del presidente del comitato Ricordo vittime del Morandi Egle Possetti dopo aver saputo che Luca Bizzarri, attore, doppiatore e presidente della fondazione Palazzo Ducale di Genova, presterà la propria voce con il collega Paolo Kessisoglu per i podcast di "Wonders", progetto di Autostrade per l'Italia per raccontare le meraviglie del Paese.

Possetti ricorda, infatti, che nell'agosto 2018 fu proprio Bizzarri, sul crollo del ponte sul Polcevera, a dire "Nessuno pagherà…". Per la presidente del comitato Ricordo vittime ponte Morandi "La scelta, da parte di Aspi, di un genovese non è casuale e forse studiata a tavolino per minimizzare, per allontanare l'indignazione". Possetti conclude: "Le chiedo scusa Luca se le sue motivazioni hanno fondamenti di altro spessore, quello che percepiamo ora ci permetta di dire che ci delude".