Autostrade, botta e risposta rovente fra Pd e Lista Toti

di Guido Agosteo

"Viaggiare in autostrada in Liguria e un dramma non più tollerabile. Chiederemo il commissario straordinario". "Non accettiamo lezioni da chi ha governato in quel modo per decenni"

Autostrade, botta e risposta rovente fra Pd e Lista Toti

"Traffico paralizzato, ritardi, incolonnamenti continui, viaggiare in autostrada in Liguria è un dramma non più tollerabile. La gestione del presidente Giovanni Toti, dell'assessore Giampedrone e di Bucci si è dimostrata un fallimento totale. Serve un immediato cambio di passo e soluzioni concrete. In questi anni di lavori c'è stata una totale assenza di regia: la Giunta Toti non è stata capace di conciliare i cantieri con il traffico o di avviare un piano in grado di rimodulare il servizio ferroviario, per incentivare le persone a lasciare a casa la macchina ed usare meno l'autostrada, limitando i disagi per chi deve viaggiare. E di fronte a questo scenario sconfortante l'unica cosa che sono riusciti a fare Toti, Bucci e Giampedrone è stata quella di reintrodurre i pedaggi".

Lo dice il capogruppo del Partito Democratico Articolo Uno in Regione Liguria Luca Garibaldi, dopo l'ennesima polemica sui cantieri in autostrada. "Di fronte al fallimento politico della Regione - propone il capogruppo - serve un Commissario straordinario, con poteri e risorse straordinarie, che coordini i lavori sulle infrastrutture liguri. Una struttura commissariale, con un tecnico esterno, in grado di mettere ordine nel caos che la Giunta Toti non è riuscita a governare. Lo avevano già chiesto 67 sindaci, che volevano il riconoscimento delle infrastrutture della Liguria come 'emergenza nazionale. I lavori sulle autostrade stanno provocando il collasso sociale ed economico del territorio, è necessaria la presenza di una figura competente capace di far andare avanti i cantieri, senza costringere cittadini e turisti a subire quotidianamente ore e ore di coda che paralizzano il traffico e disincentivano le persone a raggiungere la Liguria".

"Presenteremo al Consiglio regionale - conclude Garibaldi - la richiesta di un commissario straordinario e torneremo a ribadire la nostra proposta di legge alla Camera che chiede lo stop ai pedaggi e penali per i concessionari, oltre che l'istituzione di una commissione d'inchiesta sullo stato delle infrastrutture in Liguria, la cui costituzione è tenuta ferma dalla maggioranza da mesi. La situazione è ormai insostenibile".

La replica non si è fatta attendere. "Non accettiamo prediche o lezioni dagli esponenti del Partito Democratico che ha governato questa regione per decenni, compresi gli anni tra il 2005 e il 2015, caratterizzati dalle mancate manutenzioni sulla rete autostradale. I consiglieri liguri del Pd devono avere la memoria corta e forse hanno dimenticato che il loro ministro Delrio era riuscito addirittura a rinnovare le concessioni senza gare, mentre il ministro De Micheli proprio qui a Genova aveva addirittura affermato che le code in autostrada erano 'tutta una narrazione'. Risulta evidente che il Partito Democratico non sia in alcun modo titolato a parlare di questo tema".

Lo dichiara il gruppo consiliare in Regione della Lista Toti, in merito alla polemica sollevata dai consiglieri del Pd.