Sabato, 20 aprile 2019  

Autonomia: firma Toti-Stefani, anche la Liguria fa richiesta al Governo

Il presidente: "Ci auguriamo tempi rapidi", il ministro: "Per me questione celere, ma aspettiamo M5s"
2019-04-12T19:02:14+00:00

Firmata a Genova dal presidente Giovanni Toti e dal ministro degli affari regionali Erika Stefani la delibera di richiesta di autonomia differenziata per la Liguria. Con la sigla nell’ufficio del governatore, quindi, la Regione ha chiesto formalmente l’autonomia su ambiente, politiche per lavoro, salute, scuola e sport, infrastrutture e porti, sviluppo economico, urbanistica, agricoltura, caccia e pesca. Ora verrà avviata la trattativa con lo Stato.

“Con questa pratica – ha detto il presidente Toti – si avvia l’iter per arrivare a un’intesa col Governo, ma chiaramente sarà un testo aperto ai suggerimenti della nostra assemblea legislativa e dei singoli ministeri, poi dovrà andare in Parlamento. Apriamo la partita in modo ufficiale, ci auguriamo che possa durare un tempo ragionevole perché il gruppo di testa delle Regioni ha già percorso di fatto un pezzo di strada importante. Sarà un dibattito certamente approfondito, ma più rapido”.

Manca però ancora l’intesa interna al Governo tra Lega e M5s: “La trattativa in realtà è iniziata a giugno dell’anno scorso, poi all’improvviso è balzata agli onori della cronaca. Sono contenta che si sia aperto un dibattito, ma dev’essere un dibattito concreto e nascere dai contenuti, non su strumentalizzazioni o allarmismi. Ovvio che c’è una dialettica all’interno del Governo che comporta un confronto continuo sul quale si dovranno chiedere risposte. Il contratto di Governo è molto chiaro: occorre dare seguito e attuazione alle norme costituzionali”.

Quali saranno le tempistiche? “La mia è la più celere possibile, il mio ministero è nato apposta per questo. Certo che l’autonomia non è questione di mezz’ora, è un’impianto costituzionale su cui ad oggi non ci sono regolamenti né protocolli. Ma non stiamo parlando di qualcosa di rivoluzionario, il federalismo fiscale appartiene già al nostro ordinamento”.

Ancora nessuno sbilanciamento sulle richieste liguri: “Ho avuto oggi il dossier su cui dovranno essere strutturati gli incontri tecnici coi singoli ministeri, per cui prima dovrò guardare il contenuto”.

TELENORD