Anniversario Ponte Morandi, Giovannini: "Genova grande esempio, serve quell'impegno per ripartire"

di Edoardo Cozza

Il ministro delle infrastrutture: L'Italia ha tanti problemi dal punto di vista della sicurezza delle strade e delle infrastrutture, ma lavoreremo"

Anniversario Ponte Morandi, Giovannini: "Genova grande esempio, serve quell'impegno per ripartire"

Le parole del ministro delle infrastrutture Enrico Giovannini all'anniversario del crollo del ponte Morandi: "Le parole di speranza che abbiamo sentito nella giornata di oggi, anche rivolte ai bambini, ci fanno pensare che questo giorno può essere un buon giorno. Il 14 agosto ci ricorda una tragedia inaccettabile: è una data che resta impressa nella memoria di tutti, familiari delle vittime, genovesi, ligure, ma di tutti gli italiani. 
Rimasi sgomento nel vedere quelle immagini, come l'Italia intera. Oggi ricordiamo 43 volti, 43 persone che sono scomparse. La costruzione ponte San Giorgio ha mostrato la capacità di Genova di saper reagire e risollevarsi in tempi record: è stato un bel segnale a livello mondiale. 
L'Italia ha tanti problemi dal punto di vista della sicurezza delle strade e delle infrastrutture. Invito i parlamentari a impegnarsi con noi del governo sul tema. Anche perché i fondi, tra Pnrr e altre risorse, le utilizzeremo di sicuro.
Mia madre era nata a Genova: quindi ho una vicinanza vera, la sento dentro di me, per questo territorio. E conosco e confermo la laboriosità e lo spirito sociale e costruttivo dei genovesi. 
Ricordiamo i valori dell'impegno della responsabilità, della pazienza, della vitalità: lo abbiamo dimostrato anche con il covid in tutta Italia. Come Genova, ci stiamo risollevando da un evento imprevisto e drammatico. Dobbiamo impegnarci a ricostruire, a evitare drammi che possono essere evitati: ecco gli impegni che dobbiamo rispettare, ognuno nel suo ruolo".