Condividi:


Allerta Liguria, Toti: "Non pioveva così dal 1953, danni per 360 milioni"

di Redazione

Le piogge sul centro-levante continueranno fino alle 18 di questa sera, domenica altra perturbazione

Il governatore Giovanni Toti e i tecnici di Arpal hanno parlato dalla sede della Protezione Civile per fare il punto sulla nuova allerta arancione in Liguria. L'ennesima emergenza durerà dalle 8 alle 18 di mercoledì 27 novembre. Il governatore ha parlato della crisi regionale per il maltempo, un'ondata di perturbazioni che non si registrava dal lontano 1953. "Stiamo vivendo una crisi eccezionale e ci attendiamo una nuova forte perturbazione per domenica 1 dicembre".

La regione è in ginocchio e Toti fa il conto dei danni: "Stimiamo in 300 milioni i danni sulla nostra regione, esclusi i danni ai privati e alle aziende, più altri 60 milioni solo per i risarcimenti di somma urgenza. Dobbiamo rifare le strade provinciali, le strade comunali e tutto quello che comporta la viabilità. Da questo conteggio sono escluse le autostrade che sono un capitolo a parte - ha spiegato Toti - Nei precedenti stati d'emergenza di questo periodo ci sono stati riconosciuti 9,3 milioni di euro a fronte di 60 milioni di richieste per danni (di cui 17 per le somme urgenze). Voglio specificare che i fondi per il dissesto idrogeologico assegnati per la Liguria sono stati impegnati al 100%, abbiamo un piano triennale da 200 milioni per la difesa della regione. Per fare questo lavoro serve un intervento potente ed urgente del Governo"