Allerta Arancione: esonda rivo a San Quirico, nel Savonese un metro di neve

di Michele Varì

A Genova scuole regolarmente aperte, l'emergenza è stata prolungata fino alle 18

La notte di allerta arancione per la pioggia è trascorsa senza grosse criticità nel comune di Genova: è esondato il rivo Budulli a San Quirico, in Valpolcevera, come accade spesso quando piove in modo intenso, creando solo un problema di viabilità risolto dalla polizia locale con delle deviazioni.

Il forte vento ha fatto cadere tre alberi, due a Genova, in via Carso e via Fiume, e uno a Torriglia. In via Camaldoli, sopra San Fruttuoso, un tratto di strada ha ceduto: sul posto stanno operando i vigili del fuoco per mettere in sicurezza le auto rimaste in bilico. Via Montelungo è chiusa all’altezza del civico n. 1 A a causa di un movimento franoso, i percorsi alternativi sono via San Desiderio e via San Colombano. Chiusa anche via Ceranesi sempre a causa di movimento franoso, trattasi di una strada mattonata con ridotte problematiche per i residenti di zona che hanno la possibilità di passare attraverso vie alternative. Via Rio di Po è chiusa all’altezza del Civico n. 3, tutte le abitazioni in zona restano accessibili. In Via San Quirico è temporaneamente chiuso il tratto sottostante il fornice ferroviario causa allagamento nell'area compresa tra via superiore Budulli e P.te Barbieri. In A12 si registrano code e rallentamenti tra Genova Est e il bivio con l'A7. Sempre in A12, rallentamenti nella galleria Camaldoli (tra Nervi e Genova Est) per allagamenti. Nevischio sulla A7 Genova - Serravalle e sulla A26 Genova-Gravellona Toce. Riaperto il tratto sull'autrostrada A10 Genova-Ventimiglia che era stato chiuso tra Genova e Spotorno a causa di un tir che ha preso fuoco.  Si registrano 4 chilometri di coda tra Albissola e Savona.

Rassicurazione via Facebook anche dal consigliere delegato alla Protezione civile del comune di Genova Sergio Gambino che sul suo profilo prima delle sei ha postato un aggiornamento meteo con tanto di cartina: "La convergenza delle correnti è ferma da tutta la notte al largo delle coste tra Genova e Rapallo. Piove da tutta la notte ma sempre con intensità mai superiore ai 15mm ora. I bacini hanno avuto scostamenti rispetto agli zero idrometrici poco significativi. Il vento nella mattinata dovrebbe calare mentre la situazione pioggia dovrebbe rimanere così per gran parte della giornata".

Lo stato di allerta arancione a Genova terminerà alle 15 di oggi martedì 19 novembre. Le scuole del comune di Genova sono aperte. Chiuse invece quelle di alcuni comuni della provincia, da Arenzano, dove è chiusa come sempre in caso di allerta meteo di questo livello la galleria Pizzo sull'Aurelia per Voltri, alla Valle Stura, da Masone, Campo Ligure e Rossiglione, dove il rischio maggiore rimane quello delle frane.

Nell'interno la neve è caduta copiosa, segnala l'Arpal: su Settepani nel Comune di Osiglia (Savona) l'altezza del manto nevoso ha quasi raggiunto 1 metro di altezza. I venti soffiano forti con raffiche di burrasca da Nord sul centro-Ponente(66km/h alla Marina di Loano) da Sud-Est a Levante (49km/h aCasoni di Suvero). I livelli idrometrici nei corsi d'acqua monitorati sono stabili o in lenta e costante salita, e al momento al disotto dei livelli di piene rive. La perturbazione sembra scaricarsi soprattutto sul mare: già dalla notte una banda di precipitazioni è visibile dall'immagine radar al largo di Portofino. Nell'area metropolitana genovese chiusa la provinciale 73 del Faiallo in valle Stura, come in Val d'Aveto chiuse la SP 72 di Alpepiana dal km 7 per frana e caduta alberi,la SP 75 del Penna per neve e caduta piante. Oltre alla val d'Aveto traffico difficoltoso anche in val Trebbia.