Condividi:


Acquario di Genova, Costa: "Siamo al 60% rispetto all'anno scorso, prevedo un buon autunno"

di Alessandro Bacci

Il presidente: "Abbiamo subito un calo a luglio per i problemi autostradali, serve la maggior visibilità possibile per la città"

"Credo che settembre e ottobre, anche grazie alla scelta coraggiosa della città con il Salone Nautico, non sarà un cattivo autunno". Beppe Costa, presidente dell'Acquario di Genova, tra i siti più attrattivi in Italia, guarda al futuro in maniera positiva dopo un'estate segnata dall'emergenza Covid e dai problemi di accesso alla città per i lavori in autostrada.

"Serve la maggior visibilità possibile per la città - ha spiegato a margine della presentazione, avvenuta all'Acquario di Genova, dell'81 giro dell'Appennino - anche perché in questo momento venire a Genova non è semplicissimo. La gente invece deve percepire che è bello venire a Genova. Noi come Acquario abbiamo riaperto il 28 maggio e stavamo andando abbastanza bene fino ad inizio luglio quando c'è stato un calo proprio per i problemi autostradali e per le difficoltà a raggiungere la città. Al momento siamo al 60% di quello fatto l'anno scorso mentre nelle nostre altre strutture come a Livorno e Cattolica i numeri sono sostanzialmente invariati, segno che questo tipo di prodotto tiene nonostante sia al chiuso. Questo grazie a chi ci lavora ma anche ai visitatori che hanno mantenuto le distanze e sempre le mascherine".