È ufficiale: Recco sarà "Comune Europeo dello Sport 2022"

di Alessandro Bacci

Il sindaco Gandolfo: "Una grande opportunità che siamo soddisfatti di aver conquistato. A Recco lo sport è parte integrante della sua identità"

È ufficiale: Recco sarà "Comune Europeo dello Sport 2022"

E' ufficiale: Recco sarà "Comune Europeo dello Sport 2022". L'annuncio ufficiale è arrivato da Aces (Association of City European of Sport), associazione no profit con sede a Bruxelles, che dal 2001 consegna i riconoscimenti a quelle città che dimostrano un costante impegno nella promozione della pratica sportiva, secondo i principi di responsabilità e di etica, nella consapevolezza che lo sport è un fattore di integrazione nella società, per il miglioramento della qualità della vita e la salute di chi lo pratica. Nella lettera indirizzata da Gian Francesco Lupattelli, presidente Aces, al sindaco Gandolfo si legge: “La sua città è davvero un buon esempio di sport per tutti, inteso come strumento di salute, integrazione, educazione e rispetto. Lei ha anche sviluppato una politica sportiva esemplare con belle strutture, programmi e attività”. La prossima tappa si svolgerà a Bruxelles, presso il Parlamento Europeo, dove Recco sarà premiata insieme ad altri comuni dello sport per l'anno 2022.

"Il titolo di Comune europeo dello sport - dichiara il sindaco Carlo Gandolfo - rappresenta una grande opportunità che siamo soddisfatti di aver conquistato. A Recco lo sport è parte integrante della sua identità. Vantiamo vere eccellenze, a cominciare dalla Pro Recco Waterpolo, e una grande qualità e cultura dell'attività sportiva. Guarderemo sempre ai valori dello sport, in uno scenario ideale adatto a tanti giovani, e continueremo a lavorare per garantire e mettere a disposizione strutture sempre più all'avanguardia per consentire loro di cimentarsi nelle varie discipline".

Nello scorso giugno la delegazione Aces visitò Recco, per conoscere la programmazione dell’Amministrazione comunale nel settore, incontrare i rappresentati delle numerose associazioni sportive e verificare gli impianti presenti sul territorio. I commissari esaminarono le varie attività, quelle in corso e quelle previste per il futuro, e le potenzialità del territorio che fa dello sport una risorsa importante a beneficio dell'intera comunità.

"E' un grande risultato per la nostra città e per tutte le realtà sportive del territorio - affermano i consiglieri delegati allo sport Luigi Massone e alle strutture sportive Sara Rastelli, annunciando il premio europeo ricevuto dalla città - ma anche un riconoscimento per il progetto benessere che l'Amministrazione comunale sta portando avanti. Lo sport è salute, è benessere, è aggregazione sociale. Stiamo lavorando per far comprendere l'importanza del ruolo dello sport sulla salute fisica e psichica dei cittadini, con una proposta rivolta a tutti: giovani, anziani, persone con disabilità".

Sono 29 le società sportive, attive sul territorio nelle più diverse discipline, alcune delle quali ai vertici in ambito nazionale e internazionale, con oltre 1600 atleti nella fascia “under 18”. Il titolo di Comune Europeo dello Sport viene assegnato da Aces alle città con meno di 25mila abitanti.