Condividi:


31 maggio, è la giornata senza tabacco: fuma 1 ragazzo su 5

di Redazione

L'invito dell'Oms: niente sigarette per 24 ore

31 maggio: come ogni anno si celebra il World no tobacco day, la giornata mondiale senza tabacco, voluta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità che invita i fumatori ad astenersi dal fumo almeno per 24 ore. 

In Italia purtroppo i dati non sono incoraggianti: fra i 13 e i 15 anni un ragazzo su cinque fuma quotidianamente sigarette tradizionali, mentre il 18% utilizza sigarette elettroniche. Secondo l'Oms, entro il 2030 moriranno ogni anno oltre 8 milioni di fumatori e più dell'80% di questi decessi prevenibili sarà tra le persone che vivono nei paesi a basso e medio reddito.

Solo in Italia, si stima che il fumo sia la causa di oltre 80mila decessi annuali.

Il fumo contiene sostanze cancerogene che favoriscono lo sviluppo dei tumori e causano malattie cardiovascolari. Si sa inoltre che è nocivo per la salute dei polmoni e che è associato a moltissime malattie respiratorie, è dannoso per il sistema immunitario e i danni esercita non riguardano solo i polmoni, ma anche i denti e le gengive.

>> Guarda la nostra intervista al dottor Piero Clavario, direttore della cardiologia riabilitativa di Asl3 e del centro anti tabacco. 

 

Leggi anche...