Condividi:


Zona Bianca, Costa a Telenord: “Togliere l’obbligo delle mascherine all’aperto? Se ne parla a luglio”

di Antonella Ginocchio

Il sottosegretario alla Salute pronto a candidarsi a sindaco della Spezia: “Se mi verrà chiesto. Liguria popolare non sosterrà un Peracchini bis: ci ha escluso dalla maggioranza"

Togliere le mascherine all’aperto in zona bianca? “Se ne parla a luglio: credo si potrà fare”. Lo ha detto a Telenord il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, sottolineando che a portarci verso  quel risultato è soprattutto il buon andamento delle vaccinazioni.

“Nel mese di giugno nel nostro Paese arriveranno venti milioni di dosi: supereremo le 700 mila vaccinazioni al giorno”, ha ribadito il sottosegretario, evidenziando che  in particolare in Liguria, divenuta oggi zona bianca “Siamo in un percorso di graduale ritorno alla normalità, anche se dobbiamo continuare ad usare prudenza”. Ha continuato: "Con questo ritmo di vaccinazione, credo che a settembre si arriverà ad un livello di immunizzazione che ci consentirà di ritornare alla vita normale”.

Costa si è poi soffermato sulle polemiche politiche di questi giorni che riguardano in particolare le elezioni amministrative di primavera. “Se mi verrà chiesto, accetterò la candidatura a sindaco della Spezia”, ha detto Costa, leader di Liguria Popolare, lo schieramento civico che si muove nell’ambito del centrodestra, ma che alla Spezia, insieme a Forza Italia, è uscito dalla maggioranza che sostiene il sindaco Pier Luigi Peracchini. “Chiariamo subito che è stato Peracchini ad un certo punto a decidere di  non coinvolgere più Liguria Popolare nell’azione di governo. Non siamo certo noi ad essere usciti dalla maggiornaza”. Ha quindi aggiunto: “E’ chiaro che non appoggeremo un Peracchini bis”.

Costa, affrontando anche il tema delle amministrative in altri centri liguri ed in particolare nello spezzino, ci tiene  però a sottolineare: “La mia azione politica  è sempre stata all’interno del centrodestra e non intendo spostarmi”.