Tags:

volotea verona parigi

Volotea collegherà Verona a Parigi: previsti fino a 4 voli a settimana

di Edoardo Cozza

L'obiettivo è rafforzare l'asse turistico da e per il Veneto

Volotea collegherà Verona a Parigi: previsti fino a 4 voli a settimana

 Volotea ha annunciato oggi un’importante novità che andrà ad arricchire ulteriormente la propria offerta presso lo scalo di Verona: dall’8 aprile 2022, infatti, prenderà il via il nuovo volo alla volta di Parigi – Charles De Gaulle. Il nuovo collegamento, che avrà fino a 4 frequenze settimanali nei mesi di maggiore traffico (lunedì, mercoledì, venerdì e domenica), prevede un’offerta di 40.000 posti durante il periodo estivo.

L’avvio del nuovo volo che accorcia le distanze tra Verona e la Francia rafforza ulteriormente l’asse turistico da e per il Veneto. Durante la stagione estiva 2021, il vettore spagnolo ha trasportato oltre 277.000 passeggeri presso lo scalo veronese (+25% rispetto alla Summer 2020), con un’offerta complessiva di posti in vendita di oltre 321.000 biglietti.

“A partire dal prossimo aprile Verona e la Francia saranno più vicine grazie alla nuova rotta offerta da Volotea: i passeggeri veneti avranno tante opzioni  per decollare alla scoperta delle meraviglie e dei capolavori della Ville Lumière – ha dichiarato Valeria Rebasti, Country Manager Italy & Southeastern Europe di Volotea -. Inoltre, grazie alla nuova rotta, amplificheremo il traffico di turisti stranieri desiderosi di raggiungere Verona e visitare le bellezze del Veneto, sostenendo e rafforzando così l’economia locale”.

“L’annuncio odierno è un traguardo importante, frutto di un lavoro sviluppato con Volotea per rispondere alla domanda del territorio che da tempo chiede un collegamento con Parigi. Il volo si aggiunge tra l’altro a quello altrettanto atteso su Barcellona, comunicato di recente dalla stessa compagnia – ha dichiarato Camillo Bozzolo, Direttore Commerciale Aviation del Gruppo SAVE. – Siamo certi che la risposta del territorio sarà tale da determinare un ulteriore aumento delle frequenze su queste rotte”.