Viabilità a Genova: via Siffredi chiusa 46 ore, Lungomare Canepa pronto a metà aprile

di Fabio Canessa

Ultimo sacrificio per la nuova rampa, a Sampierdarena nuovi rallentamenti

Verrà chiusa per ben 46 ore via Siffredi, la strada che collega Sestri Ponente e Cornigliano a Genova, per l'ultima grande operazione nel cantiere del 'Lotto 10', la nuova rampa tra la 'Gronda a mare' e il casello dell'autostrada A10. Dalle ore 7 di sabato 2 marzo alle ore 5 di lunedì 4 marzo traffico interdetto per posizionare l'ultimo tratto di impalcato che scavalca la viabilità urbana, quello che consentirà di raddoppiare le corsie attualmente disponibili. L'apertura completa della rampa è prevista a fine marzo, "sperando che il meteo ci assista", ha precisato il vicesindaco Balleari.

Dalle prime ore di sabato scattano dunque le consuete modifiche alla viabilità (nessuna modifica, invece, alla circolazione dei treni):

  • da ponente a levante traffico deviato su via della Superba attraverso la rampa via Albareto-Aeroporto, poi, dalla rotatoria di via San Giovanni d'Acri, sarà possibile andare in tutte le direzioni
  • da levante a ponente tutti i veicoli provenienti dalla Guido Rossa e da via Cornigliano saranno dirottati sulla rampa d'ingresso all'autostrada: da qui si potrà imboccare la A10 oppure, tramite il sovrappasso che conduce agli Erzelli, scendere lungo la rampa che conduce a ponente verso Sestri.

"Un ultimo sforzo per un grande risultato - ha commentato l'assessore e vicesindaco Stefano Balleari - Chiediamo ancora un sacrificio ai cittadini, è la chiusura più importante che abbiamo fatto finora. Il consiglio, ovviamente, è se possibile evitare di mettersi in marcia per non creare traffico. Speriamo di anticipare di qualche ora la riapertura". Quando si potrà percorrere tutta la nuova rampa? "Al momento non c'è una data precisa ma il cronoprogramma al momento è rispettato. Avevamo detto entro marzo: salvo inconvenienti e sempre se il meteo ci assiste, perché se piove per dieci giorni diventa difficile, l'apertura sarà a fine marzo".

"Sarà una chiusura più lunga perché è un'operazione più complessa - spiega l'ingegner Luca Castagna, responsabile del progettodi Sviluppo Genova - anzitutto perché il concio è lungo 70 metri ed è in forte curvatura, quindi il varo è complicato, e poi perché le gru dovranno essere posizionate su una piattaforma provvisoria tra via Tonale e via Erzelli. Tutte attività che richiedono tempi lunghi e strada libera. Resteranno da completare l'armatura, gli impianti e la pavimentazione".

Procedono (a rilento) i lavori anche in Lungomare Canepa, che secondo i tecnici di Sviluppo Genova diventerà finalmente a sei corsie entro metà aprile, con qualche settimana di ritardo rispetto al cronoprogramma. Il cantiere ha trovato infatti l'ennesimo imprevisto: "Nello scavo sul lato mare abbiamo trovato scogli di grosse dimensioni che occupano tutta la larghezza dell'area, quindi vanno rimossi in sicurezza per non compromettere la sicurezza della sede stradale". Entro marzo verrà consegnato il secondo parcheggio e sarà completata la fascia di rispetto alberata tra piazzetta dei Minolli e la sede del municipio.

Al momento sulla strada si presentano buche e difetti di asfaltatura, ma è tutto ancora provvisorio. Spiega Castagna: "Abbiamo lavorato in emergenza, il Comune ci ha chiesto di avere cinque corsie entro ottobre. Questa ovviamente non è la pavimentazione definitiva, verrà rifatta con un tappeto fonoassorbente, riportando tutto alle quote originarie compreso lo spartitraffico".

Il sindaco Marco Bucci, durante la colazione coi cittadini in diretta su Telenord, ha poi confermato che verrà realizzato il tunnel fonoassorbente chiesto dal comitato dei cittadini e ha aperto alla realizzazione di un cavalcavia per favorire l'uscita verso via Sampierdarena in direzione levante, una misura chiesta in particolare dai commercianti che hanno lamentato un drastico calo del volume d'affari dopo l'apertura della 'Gronda a mare' che bypassa tutto il quartiere.

Fabio Canessa