Ventimiglia, inaugurata la nuova passeggiata ciclopedonale a sbalzo sul mare

di Marco Innocenti

Toti: "Simbolo di bellezza e segnale di ripartenza". Il sindaco Scullino: "Sembrava solo un sogno ma oggi, dopo 30 anni, si sta avverando"

Ventimiglia, inaugurata la nuova passeggiata ciclopedonale a sbalzo sul mare

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, insieme al sindaco Gaetano Scullino e agli assessori regionali all’Urbanistica Marco Scajola, alle Infrastrutture e all’Ambiente Giacomo Giampedrone e al Turismo Gianni Berrino, ha inaugurato a Ventimiglia la nuova passeggiata con pista ciclabile che, realizzata a sbalzo sulla spiaggia sottostante e priva di barriere architettoniche, consente ai cittadini e ai turisti di passeggiare o pedalare sul mare, mantenendo al contempo gli indispensabili parcheggi per le auto. La passeggiata è stata realizzata in due stralci con risorse (per 348.400 euro comprensivi dei costi delle attività tecniche e delle attrezzature) del progetto europeo Alcotra Edumob gestito da Regione Liguria, e con un cofinanziamento del Comune di Ventimiglia (147.512 euro). Per il secondo stralcio il Comune ha investito 1 milione e 500mila euro.

Questa passeggiata collega Ventimiglia a Camporosso, Vallecrosia e Bordighera ed è parte integrante della Ciclovia Nazionale Tirrenica – afferma il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti che, partendo proprio da questa città, porta d’ingresso non solo della Liguria ma dell’Italia, unirà la nostra regione alla Toscana e poi al Lazio, per rilanciare il nostro territorio e renderlo sempre più accogliente nel segno della sostenibilità. È anche un simbolo di bellezza, di cui tanto abbiamo bisogno in questo momento storico ed è un segnale forte di ripartenza che dopo due anni così difficili vogliamo dare non solo ai cittadini ma anche ai turisti, anche stranieri, che siamo certi torneranno presto a Ventimiglia e nel ponente per trascorrere i prossimi periodi di vacanza. Grazie al progetto europeo Edumob2 stiamo già lavorando con il Comune per realizzare insieme il tratto fino a Via Dante e portare la ciclabile fino al porto”.

La prima tratta di 435 metri è stata realizzata utilizzando il sedime della passeggiata a mare previo ampliamento della passeggiata stessa, mediante l’esecuzione della porzione a sbalzo sulla spiaggia. I lavori sono stati completati secondo il cronoprogramma, nonostante le criticità legate all’emergenza sanitaria da Covid-19 e alla tempesta Alex del 2 e 3 ottobre 2020 che ha distrutto la passerella sul fiume Roja per cui è in approvazione la progettazione della nuova struttura, anch’essa ciclopedonale, mentre è in fase di progettazione il tratto da via Dante alla passerella, con una previsione di spesa di 8,5 milioni di euro.

Una giornata importante per Ventimiglia – afferma l’assessore all’Urbanistica della Regione Liguria Marco Scajola - per il nostro ponente e la Liguria. In questi anni abbiamo cominciato un grande lavoro di recupero e di riqualificazione del territorio, dalla costa all’entroterra. Una programmazione del territorio che vede al centro la creazione di nuove piste ciclabili e di passeggiate per migliorare la vivibilità del territorio. Siamo intervenuti per fornire ai sindaci norme urbanistiche più semplici e più rapide, per dare alle amministrazioni comunali strumenti idonei per poter pianificare e concretizzare le opere pubbliche. Di recente abbiamo approvato il nuovo Piano Territoriale Regionale che mette al centro questo tipo di interventi. Come Regione siamo al fianco dei Comuni, per una Liguria più bella e più vivibile”.

La mobilità sostenibile, sviluppata attraverso la realizzazione del progetto della Ciclovia Tirrenica – aggiunge l’assessore all’Ambiente e Infrastrutture Giacomo Giampedrone - è un asset strategico nell'agenda di Regione Liguria. Il tratto di Ventimiglia, in particolare, rappresenta la porta a ponente della futura Ciclovia che comincerà da qui e proseguirà in Toscana e nel Lazio: non solo sarà la porta della Liguria ma del nostro paese, per questo lo riteniamo particolarmente importante. Sin dall'inizio dei nostri mandati ci siamo impegnati a sviluppare e implementare questo tipo di infrastrutture, per offrire a residenti e turisti sempre nuove possibilità per vivere il nostro splendido territorio. Non è un caso che il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza sia in gran parte dedicato alla tutela e valorizzazione dell'ambiente: questo significa che abbiamo lavorato bene, con una visione che si è dimostrata quella giusta ed è confermata dagli indirizzi europei. Proseguiamo su questa strada, continuando a investire sulle infrastrutture leggere e sulle ciclopedonali e cambiando di anno in anno il volto della Liguria, sempre più sostenibile e accogliente. Siamo particolarmente soddisfatti del lavoro fatto sinora a Ventimiglia, dando una risposta concreta che il territorio chiedeva da decenni: nonostante i rallentamenti causati dalla pandemia e dal maltempo dell'ottobre 2020, è un ulteriore motivo di orgoglio e testimonianza del buon lavoro di tutta la struttura regionale”.

La nuova passeggiata a mare a sbalzo di Ventimiglia – aggiunge l’assessore al Turismo di Regione Liguria Gianni Berrino - rappresenta un’opera importante per tutto il ponente ligure, sia dal punto di vista della promozione turistica sia per quanto riguarda la sostenibilità ambientale. La nuova passeggiata con pista ciclabile darà la possibilità ai tanti turisti, che nei prossimi mesi verranno a trascorrere le vacanze in Liguria, di godere di uno splendido scorcio sul mare e di ammirare uno dei panorami più belli del nostro territorio”.

Oggi è un giorno particolarmente importante per Ventimiglia – ha dichiarato il sindaco Gaetano Scullino - Siamo ormai certi che quello che sembrava essere solo un sogno, dopo 30 anni, si sta avverando. Ventimiglia avrà presto oltre 1.100 nuovi parcheggi nelle aree ferroviarie dismesse del centro cittadino. Non finirò mai di ringraziare il presidente Toti e tutti i suoi assessori regionali che hanno curato la pratica nell’estate del 2020, in particolare Marco Scajola, Gianni Berrino e Giacomo Giampedrone. Per Ventimiglia la realizzazione di questi parcheggi pubblici – ha aggiunto il sindaco – significa dare nuove opportunità e rendere più vivibile la nostra città, ma anche permettere la riqualificazione di zone di sedime ferroviario abbandonate, che vengono recuperate e convertite per essere al servizio di cittadini e turisti, pensando all’ambiente. Abbiamo voluto dei progetti che non fossero esempio di cementificazione ma bensì di sostenibilità ambientale, con zone di svago e di facile accessibilità nei movimenti per tutti”.