Vaccini anticovid, i pediatri del Gaslini rispondono alle domande delle famiglie: Telenord in diretta

di Marco Innocenti

L'importanza della vaccinazione e i rischi che essa comporta per i più giovani: le risposte dei professionisti dell'ospedale pediatrico

Vaccini anticovid, i pediatri del Gaslini rispondono alle domande delle famiglie: Telenord in diretta

Torna al Gaslini di Genova l’iniziativa “Vaccinazione anti covid e bambini, dal Gaslini la parola ai medici” organizzata da Regione Liguria, Alisa e dall’ospedale pediatrico per rispondere a domande e dubbi delle famiglie sulla vaccinazione pediatrica. Dopo il primo evento organizzato il 16 dicembre scorso, l’appuntamento con gli esperti e i rappresentanti dei pediatri di libera scelta torna lunedì prossimo, 14 febbraio, alle 18.00.

L’evento, moderato dal giornalista de Il Secolo XIX Guido Filippi, sarà diffuso attraverso i canali social di Regione e dell’ospedale Gaslini. Interverranno gli esperti dell'Istituto pediatrico, dell'Ordine dei medici e i pediatri di libera scelta che avranno il compito di rispondere alle domande dei genitori e dei familiari dei bambini under12 in relazione alla vaccinazione anti Covid: le procedure da seguire per la vaccinazione dei bambini con maggiori fragilità, ad esempio in caso di allergie, diabete, intolleranze alimentari o asma, i comportamenti corretti in caso di febbre o mal di testa dopo la somministrazione, oppure se sia opportuno vaccinare i bambini che abbiano contratto il Covid-19 oppure, ancora, se sia preferibile aspettare la validazione di nuovi vaccini, le modalità di prenotazione, i diversi punti vaccinali dedicati su tutto il territorio, gli effetti a lungo termine che si stanno osservando sui bambini a causa dell’isolamento sociale durante le prime ondate della pandemia. Un’iniziativa fortemente voluta e organizzata da Regione nell’ambito della campagna vaccinale per i piccoli nella fascia 5-11 anni: ad oggi sono 21.431 i bambini vaccinati in Liguria, circa uno su cinque rispetto alla popolazione complessiva in quella fascia di età.

Dai dati sulla vaccinazione dei bambini risulta evidente che ci siano ancora dubbi o timori da parte delle famiglie - afferma il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti - e, per questo, anche alla luce delle nuove regole sulla scuola varate dal governo, abbiamo ritenuto utile ripetere l’iniziativa che avevamo realizzato subito dopo il via libera al vaccino pediatrico. Certamente il virus ha circolato molto tra i bambini, molti dei quali hanno contratto la malattia, rimandando quindi il momento della vaccinazione. Riteniamo comunque che rimanga la necessità, oggi come allora, di informare i genitori, in modo che possano compiere per i loro figli una scelta consapevole sulla base di informazioni qualificate e non per sentito dire o sulla base del passaparola o di frasi lette sui social o su internet, senza fondamento. Per questo, il nostro invito è sempre di rivolgersi al pediatra di famiglia o al medico di medicina generale, professionisti che sono presenti anche negli hub vaccinali allestiti sul territorio e dedicati alla vaccinazione dei più piccoli”.

A rispondere alle domande delle famiglie saranno i massimi esperti del Gaslini, che hanno affrontato in prima linea in questi due anni di pandemia da Covid-19, il Direttore Scientifico dell’Ospedale Pediatrico Gaslini Angelo Ravelli, il Responsabile UOC Malattie Infettive Elio Castagnola, il Responsabile del Centro di Allergologia Mariangela Tosca, insieme ai professionisti dell’Ordine dei Medici – Alessandro Bonsignore, Presidente Omceo Genova e Fromceo Liguria, Gianni Semprini, Pediatra e Consigliere Omceo Genova – e ai pediatri di libera scelta, primo e fondamentale punto di contatto tra le famiglie e il sistema sanitario regionale - Michele Fiore, segretario regionale ligure della Fimp (Federazione italiana medici pediatri) e Alessandro Giannattasio, segretario regionale della Federazione CIPe-SISPe-SINSPe.


“L’ospedale Gaslini si è messo a disposizione delle famiglie, in sinergia con le istituzioni, con l’Ordine dei medici e con i pediatri di libera scelta – afferma il direttore scientifico dell’Ospedale Pediatrico Giannina Gaslini Angelo Ravelli -. Riteniamo fondamentale proteggere anche i bambini dal Covid-19. Sebbene i più piccoli sviluppino raramente forme gravi dell’infezione ricordiamo tuttavia che esistono le forme infiammatorie più tardive, che possono essere anche molto gravi e che il vaccino ne riduce la frequenza, impedendo la prima infezione”.