Condividi:


Uiltrasporti: "Nuova Alitalia pronta a partire, ma governo e Ue glielo consentano"

di Edoardo Cozza

Claudio Tarlazzi e Ivan Viglietti: "Confidiamo nell'autorevolezza di Draghi per rilanciare il mercato aereo italiano"

Uiltrasporti interviene nuovamente sulla questione Alitalia. Il segretario generale Claudio Tarlazzi e il segretario nazionale Ivan Viglietti hanno spiegato come la nuova compagnia di bandiera si pronta a volare "sempre che il governo italiano glielo consenta dopo mesi di discussioni e l’Europa gliene lasci un paio dopo aver sostenuto tutti i competitor europei”.

“I lavoratori sono pronti per la partenza della nuova Alitalia, occorre però che il governo si faccia rispettare con l’Europa per poter esercitare un ruolo forte nel mercato italiano autosostenendosi, certamente, ma deve essere messa in condizioni di poter partire con gli asset industriali di cui necessita, flotta adeguata almeno doppia rispetto allo schema di piano industriale presentato, aviation, manutenzione, handling, slot di Milano Linate e di Fiumicino e brand. Gli obiettivi sono quelli di garantire l’occupazione dei lavoratori, produrre utili, garantire la connettività del Paese. Ci aspettiamo che l’autorevolezza che il presidente Draghi ha in Europa sia impiegata per rilanciare il trasporto aereo italiano come merita” dichiarano in conclusione i due rappresentanti del sindacato.