Turista genovese disperso a Courmayeur: ricerche senza esito e telefono spento

di Alessandro Bacci

Le ricerche di Massimiliano Callori sono iniziate già giovedì sera con squadre a piedi, unità cinofile e sorvoli dell'elicottero

Turista genovese disperso a Courmayeur: ricerche senza esito e telefono spento

Sono andate avanti per tutto il giorno, ma con esito negativo, le ricerche di Massimiliano Callori, di 72 anni, di Genova, disperso nella zona della val Sapin a Courmayeur. L'uomo, che era in villeggiatura assieme ai familiari nella loro casa del Verrand a Pré-Saint-Didier, ieri mattina è uscito per andare a funghi senza fare più rientro. A dare l'allarme in serata è stata la moglie, che non era riuscita a contattarlo per tutto il giorno. Il cellulare risulta spento.

Le ricerche, che erano iniziate già giovedì sera, sono proseguite per tutta la giornata, con squadre a piedi, unità cinofile e sorvoli dell'elicottero del soccorso alpino valdostano. Ma dell'escursionista nessuna traccia. L'auto dell'uomo è stata ritrovata parcheggiata all'imbocco del sentiero per il rifugio Bertone. Alle ricerche, coordinate dai vigili del fuoco hanno preso parte le guide del soccorso alpino valdostano, gli uomini del corpo forestale dalle Valle d'Aosta, le forze dell'ordine e i volontari della protezione civile.