Truffa informatica da 30mila: denunciati due hacker sanremesi

di Redazione

Avevano sottratto le quote d'iscrizione ad un torneo giovanile di tennistavolo

Truffa informatica da 30mila: denunciati due hacker sanremesi

Due hacker sanremesi sono stati denunciati dalla Polizia Postale di Imperia al termine di una serie di accertamenti informatici che hanno portato a ricostruire i dettagli della truffa che aveva permesso loro di impossessarsi di oltre 30mila euro, sottraendoli alla Federazione Italiana Tennistavolo.

I due erano riusciti a rubare le chiavi d'accesso alle caselle di posta elettronica della Federazione e così avevano intercettato le mail fra i partecipanti e gli organizzatori del torneo giovanile di tennistavolo di Lignano Sabbiadoro. In particolare, avevano falsificato le fatture dirette alle varie federazioni e squadre sparse per il mondo, fra Cina, Polonia e Ungheria, indirizzando così le quote di partecipazione al torneo verso conti aperti su banche estere e ricondotti a loro dagli investigatori.

La Federazione Italiana Tennistavolo si è però accorta della frode e si è rivolta alla polizia postale che, coordinata dalla Sezione financial cybercrime del Servizio centrale in Roma, ha superato gli strumenti di anonimizzazione che gli hacker avevano impiegato per camuffare le proprie tracce e hanno scoperto i due sanremesi. Dopo averli pedinati, li hanno fermati a Torino e, in seguito a una perquisizione, gli agenti hanno raccolte non solo le prove del reato ma anche molto materiale hardware e software.