Traghetti, stop alle rotte in continuità territoriale: il 28 febbraio scade la convenzione

di Marco Innocenti

Preoccupazione per i cittadini e per le imprese di autotrasporto

Traghetti, stop alle rotte in continuità territoriale: il 28 febbraio scade la convenzione

Da lunedì 1° marzo, stop alle rotte Civitavecchia-Cagliari, Cagliari-Palermo, Cagliari-Napoli, Genova-Olbia e Termoli-Tremiti. Domenica notte, infatti, scadrà la convenzione in continuità territoriale marittima da 72 milioni annuali con lo Stato che, a titolo oneroso, impegnava la copertura di quelle tratte con proroga sino al 28 febbraio, riaffidata a Tirrenia lo scorso dicembre. E finora non è stata decisa alcuna proroga, anche se esistono delle procedure aperte per un bando sulla Civitavecchia-Cagliari e sulla Termoli-Tremiti (Invitalia) in scadenza il 20 aprile e un avviso del ministero sulla Civitavecchia-Olbia, con le manifestazioni di interesse da presentare entro le 13 del 12 marzo.

Sulla tratta Cagliari-Civitavecchia il sistema di prenotazione sul sito Tirrenia fa sapere che il collegamento riprenderà dal 27 maggio prossimo e per la Gebnova Olbia, dal 20 maggio. In altri casi, come per la Cagliari-Mapoli e viceversa e la Palermo Cagliari e viceversa o Termoli-Tremiti il sistema di prenotazione via web non consente il perfezionamento della prenotazione. E Confartigianato Trasporti Sardegna si dice preoccupata "per l'incertezza alla quale saranno obbligate le imprese dell'autotrasporto e tutti i cittadini sardi, per i costi che potrebbero venir applicati da chi coprirà quei collegamenti e per le spese che le aziende dovranno affrontare per raggiungere il punto di scarico/carico delle merci soprattutto nel sud Italia".