Toti sull'incontro ad Arcore: "Un errore tenere il centrodestra con la formazione del vecchio 'tridente'"

di Redazione

Il presidente della Regione Liguria e fondatore di Italia al Centro commenta il vertice tra Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini

Toti sull'incontro ad Arcore: "Un errore tenere il centrodestra con la formazione del vecchio 'tridente'"

"Credo che sia un errore tenere un centrodestra con la formazione del vecchio 'tridente' che aveva vent'anni fa, sa un po' al profumo di nostalgia, occorre aprirsi alle esperienze civiche e ai movimenti cresciuti nel Paese, occorre guardare al centro". Così il presidente della Regione Liguria e fondatore di Italia al Centro Giovanni Toti a 'Mattino Cinque' su Canale 5 commenta l'incontro ad Arcore tra Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini.

"E' una formazione come si giocasse a calcio ancora a uomo, mentre il calcio da molti anni gioca a zona", continua Toti aggiungendo: "Mi piacerebbe una coalizione larga di centrodestra che prenda il Governo del Paese. Ma il centrodestra che ho visto riunirsi ieri in stanze separate, perché non ho capito bene come sia andato l'incontro ad Arcore, è un centrodestra che non allarga addirittura esclude".

"Qualcuno ci accusa di non partecipare a una coalizione da cui fanno di tutto per tenerci fuori, è qualcosa che non riesco molto a capire. Lo dico per tutti coloro che nel 2023 vorrebbero vedere il centrodestra governare il Paese in modo inclusivo, largo e con un programma. Oggi non vedo né il programma né il centrodestra". 

"In questi anni - denuncia il presidente della Regione Liguria - le esperienze dei governatori come la mia in Liguria, le esperienze di sindaci, movimenti civici o politici come il nostro che sta crescendo, vengono sostanzialmente tenute fuori dalla porta del centrodestra, mentre allo stesso tempo il centrodestra ci accusa di voler rompere la coalizione, un qualcosa di francamente surreale".