Toti: "In Forza Italia manca il successore di Berlusconi". Bagnasco lo rintuzza: "E' andato via, si occupi di altro"

di Redazione

Il parlamentare azzurro: "Basta con le sue polemiche, serve un centrodestra unito"

Toti: "In Forza Italia manca il successore di Berlusconi". Bagnasco lo rintuzza: "E' andato via, si occupi di altro"

"Credo che l'errore fondamentale di Forza Italia non sia stato che Berlusconi non ha saputo scegliere un erede, è che Berlusconi non ha trovato un meccanismo affinché Forza Italia stessa scegliesse chi sarà tra mille anni colui che guiderà il partito, un meccanismo di coinvolgimento di tutti". Lo evidenzia il presidente della Regione Liguria e leader di Cambiamo! Giovanni Toti. "Non credo che in democrazia esista la monarchia. I partiti o evolvono in strutture collettive o finiscono con chi li ha fondati, mi auguro che il moderatismo italiano possa ancora trovare una strada", auspica. Toti conferma a Rtl 102.5 di "non aver più sentito Berlusconi da luglio scorso, dopo la rocambolesca giornata in cui io e Mara Carfagna siamo stati dimissionati da Forza Italia, prima di decidere di andarcene".

LA REPLICA DI BAGNASCO

"Il dibattito all'interno del nostro partito c'è sempre stato ma, sarebbe di buon gusto che, chi è uscito da Forza Italia, non entri nelle dinamiche interne che non gli appartengono più, avendo scelto deliberatamente di allontanarsi. Questo lo dico nell'interesse di tutti, al fine di non peggiorare la qualità dei rapporti e soprattutto per poter lavorare insieme, in vista del prossimo appuntamento elettorale ligure, che ci deve vedere uniti, nel riconfermare il governo della Regione al centrodestra". Così il deputato di Forza Italia, Roberto Bagnasco sulle critiche verso FI di Giovanni Toti rilasciate a Sky Tg24. "Dico a Toti, pertanto, di non alimentare sterili polemiche perché, questo atteggiamento rischia solo di fare il gioco dei nostri avversari".