Condividi:


La Tosse in Famiglia, cambio di rotta per continuare a stupire

di Giulia Cassini

Il nuovo format della domenica mattina piace e fa scuola

Ai tempi del coronavirus con il sipario calato laddove in molti cercano di "tappare buchi" sul web o creano al meglio delle proprie possibilità un palinsesto alternativo per non spezzare il legame con il proprio pubblico, diversi poli teatrali fanno di più o fanno altro. Tra questi il Teatro della Tosse di Genova dopo il primo fisiologico periodo di assestamento ha deciso un convinto passo avanti nella programmazione online per riportare in pieno il concetto di teatro vero, non una sorta di palliativo. Sono queste a grandi linee le intenzioni che ci comunicano mostrando in particolare i dati dei Laboratori domenicali della Rassegna "La Tosse in famiglia"

"E' nell’ottica che ti dicevo, ossia di agire, lavorare, continuare a far lavorare i lavoratori del teatro, di portare avanti attività non pensate per questa emergenza ma da tempo messe a sistema -spiega la responsabile della stagione di Teatro Ragazzi Daniela Ottria-  che abbiamo dato il via al nostro consueto appuntamento domenicale proponendo i Laboratori della Rassegna “La Tosse in Famiglia”, cioè  la stagione degli spettacoli della domenica pomeriggio per le famiglie  che prosegue da molti anni con un largo successo di pubblico. Numerosi sono stati, ogni anno, gli spettacoli di qualità, in un cartellone ricco di nuove forme di teatro che interessano e appassionano grandi e piccoli. Ogni domenica prima dello spettacolo e’ nostra abitudine intrattenere i bambini  con letture, animazioni, laboratori musicali e creativi, brevi attività per stimolare la fantasia e regalare idee e spunti di gioco.. Anche In questa fase abbiamo quindi  deciso di restare in contatto con  il nostro pubblico continuando  laboratori , un intrattenimento  semplice ed attivo".

L'appuntamento da una settimana è fisso, alle 8.30 sulla pagina Facebook "Il Teatro della Tosse per la scuola e la famiglia", rilanciato poi alle 9 sulla pagina del Teatro della Tosse, coi laboratori proposti dallo scenografo Andrea Corbetta e dalla costumista Daniela De Blasio che continueranno ad accompagnare bambini e genitori.   

"Saluti, testi, letture dei nostri attori e delle compagnie ospiti dei prossimi eventi hanno avuto un ottimo riscontro, ma abbiamo voluto creare qualcosa di apposito, di ragionato -continua Ottria- prodotti integrati nei gusti e nelle abitudini di chi ci segue, per il Teatro della Tosse per la scuola e la famiglia già adatto dai 3 anni fino all'incirca ai 10, con possibilità di collegamento facile e comunicatività calibrata appositamente". Attimi che restituiscono creatività, il senso del vivere normale, fantasioso, fatto di passi irripetibili e preziosi. Uno spazio di confronto per stimolare e per far scaturiure suggestioni e maturazione.

Un settore che da sempre traina, e che nella "normale" stagione ha abbracciato con costanza grandi numeri, ma soprattutto qualità. "Stiamo lavorando tutti con convinzione, con voglia di fare e di riaprire- spiega Ottria- e abbiamo anche in mente di creare un'altra fascia settimanale per il giovedì peculiarmente teatrale". Si vocifera anche di un'importante novità a breve, intanto si discute anche sulla possibilità di realizzare qualcosa  in estate visto che gli spettacoli che erano stati messi in calendario restano di per sé anticonvenzionali e si prestano a realizzazioni all'aperto.

Per ora parlarne è prematuro, ma il desiderio dello spettacolo dal vivo è fondamentale, anche se in teatro alle attuali condizioni è impensabile a livello economico e di piacevolezza per il pubblico. L'importante è farsi trovare pronti e sul web non scivolare nella banalizzazione: il teatro è vita e la resa in video richiede tantissimi accorgimenti e un alto tasso di tecnologia per esere efficace.  Sicuramente le novità non tarderanno ad arrivare: occhi puntati, a presto.