Daspo di due anni per il tifoso doriano che ha mimato l'aereo

di Redazione

Identiticato l'uomo della gradinata Nord che ha oltraggiato le vittime di Superga

Daspo di due anni per il tifoso doriano che ha mimato l'aereo

Identificato e daspato il tifoso doriano che durante la partita della Samp contro il Torino di domenica scorsa dalla gradinata nord ha mimato il gesto del volo di un aereo rivolgendosi al settore dei tifosi ospiti. Gli agenti della digos questa sera lo hanno convocato in questura e gli hanno notificato un Daspo preventivo di due anni.

L'uomo, un trentenne genovese, è incensurato e non conosciuto negli ambienti dei tifosi più caldi. Non ha saputo spiegare perchè lo ha fatto.

Dai fotogrammi delle immagini, come trapela dalla questura, non ci sono dubbi sul fatto che il tifoso ha mimato il volo di un aereo, di fatto oltraggiando le vittime della strage di Superga in cui 70 anni fa morì il grande Torino.

Il comportamento del giovane oltre ad essete inopportuno dal punto di vista etico è ritenuto un incitamento alla violenza perché poteva innescare delle pericolose reazioni da parte dei tifosi granata. Per questo gli è stato notificato il daspo che per due anni gli impedirà di recarsi allo stadio.

A fotografare il tifoso era stato un dirigente del Torino presente nello stadio di Marassi. L'uomo però non aveva comunicato subito il fatto agli steward o alla polizia di Genova, ma l'aveva segnalato solo a fine partita alla digos della questura di Torino, di fatto rendendo molto più complicata l'indagine per identificare il tifoso.

Per una situazione analoga durante il derby del maggio scorso fra Juve e Torino all'Allianz Stadium un tifoso bianconero era stato identificato dalla stessa Juventus e poi daspato per 5 anni dalla questura di Torino.