Spray nasale anti-covid, parte la sperimentazione al San Martino: si cercano volontari

di Marco Innocenti

Abbatterebbe la carica virale nelle prime vie respiratorie e quindi la contagiosità. I primi risultati fra circa 4 mesi

Spray nasale anti-covid, parte la sperimentazione al San Martino: si cercano volontari

All'apparenza un normalissimo spray nasale, nella realtà (si spera) una nuova arma contro il covid. Tutto però se la sperimentazione che parte oggi al Policlinico San Martino di Genova darà i frutti sperati: per questo, da oggi, lunedì 17 maggio, l'ospedale genovese è alla ricerca di 60 volontari. Chi volesse, può candidarsi scrivendo una mail a covidspray@unige.it.

Dalle prove effettuate finora solo in laboratorio, lo spray funzionerebbe nell'abbattere la carica virale presente nelle prime vie respiratorie già dopo un minuto dalla somministrazione, ma solo nei casi di covid lieve.

Gli studi del San Martino dureranno circa 4 mesi e cercheranno di capire se pochi spruzzi di spray a distanza di qualche ora nel corso della giornata hanno davvero l'effetto di distruggere il virus nelle cavità nasali e quindi di ridurre la contagiosità del soggetto che, ovviamente, nel frattempo potrà continuare i normali trattamenti anti-covid al proprio domicilio.