Spezia-Lazio, il Codacons attacca: "La gara va rigiocata", Pairetto e Nasca sarebbero stati sospesi dall'Aia

di Tiziana Cairati

Sarà depositato un ricorso per chiedere alla FIGC la ripetizione delle partite contro Milan e Lazio, "si rischia di falsare totalmente il campionato italiano"

Spezia-Lazio, il Codacons attacca: "La gara va rigiocata", Pairetto e Nasca sarebbero stati sospesi dall'Aia

Dopo il caso di Milan-Spezia, il Codacons si lancia in una nuova battaglia. Questa volta sotto la lente di ingrandimento c'è l'episodio che ha visto convalidato il gol del 3-4 di Francesco Acerbi in Spezia-Lazio. Per l'ente non ci sono dubbi: la partita del 'Picco' va rigiocata.

"Ha del clamoroso quanto successo nel corso della partita valida per il campionato di Serie A italiana tra Spezia e Lazio. Il gol decisivo segnato dal difensore laziale Acerbi è infatti viziato da una posizione di fuorigioco che né arbitro né la sala VAR hanno sanzionato", le prima parole del comunicato.

"Ancora un errore tecnico - prosegue la nota - sull’applicazione del regolamento del gioco del calcio, che potrebbe risultare decisivo ai fini della classifica finale del campionato di Serie A. Episodio che lascia interdetti, arrivando solo pochi mesi dopo quanto successo in Milan-Spezia, dove un clamoroso errore tecnico del Direttore di Gara sull’applicazione della regola del vantaggio portava all’annullamento del gol del 2-1 per il Milan.

Una situazione anomala, ma serissima, un errore clamoroso e catastrofico perché la Lazio potrebbe beneficiare di un ingiusto vantaggio sulle squadre in competizione e lo Spezia di un ingiusto svantaggio nella lotta per la salvezza con danno per tutti i tifosi, scommettitori e per la regolarità del campionato.

Non si tratta di interpretazioni arbitrali, ma di un vero e proprio errore tecnico perché Acerbi, difensore laziale, al momento del gol è sì in linea con l’ultimo difensore dello Spezia, ma la linea del fuorigioco è sbagliata, trovandosi il portiere dello Spezia più avanti dell’ultimo difensore.

Depositeremo in Tribunale un ricorso chiedendo alla FIGC la ripetizione di entrambe le partite, si rischia di falsare totalmente il campionato italiano”.

Nel mentre Luca Pairetto e Luigi Nasca, direttore di gara e addetto al Var di Spezia-Lazio sarebbero stati sospesi dall'AIA.