Condividi:


Spese Pazze, Garibaldi: "Sono felice, per me una grande sofferenza"

di Redazione

Garibaldi, eletto nel 2019, ha dovuto cedere la poltrona di primo cittadino di Cogorno alla Vicesindaco, Enrica Sommariva

Nel processo bis per le “Spese Pazze” della Regione la Corte d’Appello ha assolto tutti i 19 imputati. Tra questi anche l’attuale Sindaco di Cogorno, Gino Garibaldi che commenta: 

“Sono felice per i miei familiari, per gli amici e per tutte quelli che hanno creduto nella mia persona. Ringrazio anche l’amministrazione comunale che nel mio periodo di sospensione è andata avanti con grande capacità”.

Garibaldi, eletto nel 2019, ha dovuto cedere la poltrona di primo cittadino di Cogorno alla Vicesindaco, Enrica Sommariva. Sulla base della legge Severino è scattata infatti la sospensione: per lui una condanna a 2 anni e 10 mesi di reclusione. Ora Garibaldi è ritornato ed esercitare le sue funzioni istituzionali.