Spediva rifiuti elettronici e pannelli fotovoltaici usati in Africa: spedizione bloccata dai Carabinieri

di Marco Innocenti

L'azienda è stata segnalata alla Procura della Repubblica

Spediva rifiuti elettronici e pannelli fotovoltaici usati in Africa: spedizione bloccata dai Carabinieri

Un'operazione congiunta condotta dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico e dall'Agenzia delle Dogane ha permesso di scoprire e sequestrare 2500 pannelli fotovoltaici usati, stoccati in alcuni container spediti da una società di Vicenza e in attesa nel Porto di Genova. Al loro interno, oltre ai pannelli, anche rifiuti derivanti da apparecchiature elettroniche. Tutti i pannelli provenivano da dismissioni di grossi impianti fotovoltaici presenti in diverse regioni italiane. Il titolare dell'azienda aveva attestato falsamente che il materiale trasportato era costituito da apparecchiature elettriche ed elettroniche usate e non rifiuti.

Il responsabile dell'azienda, un cittadino italiano, è stato segnalato alla Procura per aver organizzato almeno tre spedizioni verso il Burkina Faso senza rispettare le norme sulle spedizioni transfrontaliere, omettendo di allegare la documentazione attestante la funzionalità dei pannelli e di imballarli adeguatamente contro i danni durante il trasporto.