Mancano i medici, Recco rimane senza l'automedica del 118

di Michele Varì

In caso di emergenze i sanitari arriveranno da Rapallo e dal San Martino

Mancano i medici, Recco rimane senza l'automedica del 118

Inizio di dicembre senza automedica del 118 per Recco e l'intero Golfo Paradiso.

La causa è la carenza di medici, pare, provocata da tre sanitari che si sono infortunati negli stessi giorni. E così da domani, primo dicembre, in caso di emergenze l'auto del 118 con il sanitario a bordo dovrà arrivare da lontano, da Rapallo o dal San Martino di Genova.
Gli abitanti e i militi delle pubbliche assistenze del Golfo Paradiso appena lo hanno appreso si sono arrabbiati e si sono detti molto preoccupati, "un giorno di disservizio è già troppo".

Come a rispondere ai cittadini, l'assessore alla Sanita della Regione Liguria Sonia Viale in serata ha fatto sapere che è già stato predisposto un piano di intervento per limitare il disagio, "pensiamo di poter ripristinare il servizio dell'automedica a Recco entro 24 ore. Contiamo di riuscirci già domenica sera" ha aggiunto.

A Recco non dimenticano che gli ospedali di Recco e di Rapallo sono stati ridimensionati ormai da anni con la promessa che in caso di urgenze il golfo Paradiso avrebbero avuto a disposizione 24 ore su 24 un'automedica, di fatto un presidio completo per intervenire nei casi più gravi. 
Francesco Bermano, direttore del Dipartimento Emergenza 118, conferma a Telenord il disservizio per mancanza di medici a causa dei tre sanitari infortunati, e anche lui come l'assessorte Viale assicura: "Faremo di tutto per ripristinare un presidio con automedica a Recco il più presto possibile".