Servizi Marittimi Ilva, pagato solo il 90% dello stipendio

di Redazione

L'azienda: "Nessun legame con la procedura di recesso di ArcelorMittal"

Servizi Marittimi Ilva, pagato solo il 90% dello stipendio

Brutta sorpresa per i lavoratori di Servizi Marittimi Ilva, azienda controllata dell'ex Ilva passata ad ArcelorMittal Italia Maritime Services. Secondo quanto raccontato dai sindacati, infatti, sui conti dei lavoratori sarebbe arrivato solo un pagamento parziale dello stipendio relativo al mese di ottobre. Nei giorni scorsi la società aveva comunicato ai lavoratori che sarebbe stato erogato solo il 90% dello stipendio base, senza precisare quando verrà pagato il saldo più le voci variabili.

Oggi, dopo una lettera delle organizzazioni di categoria Filt-Cigl, Fit-Cisl e Uiltrasporti, l'azienda ha spiegato che quanto acora dovuto arriverà a fine novembre. Il motivo sarebbe un problema amministrativo con il fornitore che eroga il servizio degli statini delle buste paga. In mancanza degli statini, l'azienda avrebbe quindi deciso di erogare il 90% della paga base. Sempre secondo quanto riferiscono i sindacati l'azienda avrebbe assicurato che "il ritardo non ha nulla a che fare con la procedura avviata" da ArcelorMittal per recedere dal contratto. E che i lavoratori avrebbero ricevuto una comunicazione a questo proposito.